Posted on

GOSSIP E STAMPA

Your ads will be inserted here by

Easy Plugin for AdSense.

Please go to the plugin admin page to
Paste your ad code OR
Suppress this ad slot.

DUE CHIACCHIERE CON SABA WESSER e i suoi chihuahuas.

E’ una splendida giornata di sole autunnale, e dopo diverse ricerche, sono riuscito a mettermi in contatto con Saba! Mi trovo all’interno di un parco vacanze ai piedi dei boschi, con una magnifica vegetazione, l’aria è  pulita e regna la pace ed il silenzio, adesso inizio a capire come mai Saba, ha deciso di venire a vivere qui. Mi attente nel giardino della sua casetta con i suoi inseparabili chihuahuas, e mi accoglie con un sorriso raggiante e mi invita ad accomodarmi…

Domanda: Buongiorno Saba, dopo diversi anni finalmente sono riuscito a rivederti. Devo dire che il tempo per te si è fermato… Anzi, se me lo permetti, sei ancora più bella! Ma come fai? Raccontami! Dove eri finita?

Risposta: Buongiorno a te! Quanti complimenti!!! In realtà sono stata ibernata e adesso mi hanno scongelata!!! Sono solo trascorsi 10 anni dall’ultima volta che ci siamo visti, non sono molti! A me sembra ieri.  Comunque come vedi, sono tornata all’ovile…

Domanda: E noi siamo contenti di questo!!! Sei sempre uguale, ma qualcosa in te è cambiato, lo dicono i tuoi occhi.

Risposta: Credo sia solo cresciuta, ma non maturata! hehe! Dove sono finita, in giro come sempre, tra traslochi, viaggi, e rivoluzioni personali! Come sai nel 2008 chiusi la mia “carriera” nel mondo dello spettacolo, realizzando un ultimo calendario con il fotografo ed amico da oramai 20 anni, Enrico Ricciardi, realizzato  con Laura Barriales e Francesco Coco. All’epoca ero fidanzata, e avevo anche 32 anni, e ‘competere’ con le modelle più giovani, non faceva più per me.

D: Scusami Saba, ma 32 anni… non eri poi così in là con gli anni… anche perché ripeto, sei uguale… ma da come so, hai cominciato molto presto i tuoi primi passi nella moda.

R:  Qualche chiletto l’ho messo su anche io!

D: Direi messi bene… dai smettila che passo per un bavoso, sono qui per far due chiacchiere, se no passo per uno che ci prova…

R: Uhm, non provarci!!!

D: No, promesso.

R: Allora tornando alla domanda, hai perfettamente ragione, all’età di quasi 3 anni diventai la mascotte per l’azienda dei miei genitori (erano pellicciai… pensa un pò… e guarda come sono oggi che lotto per gli animali!!! ), ogni settimana si facevano le reclam, te le ricordi?  finita la scuola verso le 18, ero già pronta per fare i miei defilè in televisione, era un impegno che durava tre volte alla settimana, sino ai 13 anni di età. Poi iniziai a crescere e ad essere una modella professionista, ho fatto anche televisione e cinema, ma negli ultimi anni era diventato difficile portare a casa lo stipendio. Inoltre con il mio carattere forte e diretto facevo spesso fatica ad ottenere degli ingaggi, anche perché non sono mai scesa a compromessi, e si sa, tu dai una cosa a me, io do una cosa a te… Spesso e volentieri, gli sponsor, le aziende, le agenzie o produzioni non pagavano… (che poi per marchette o bottiglie costose di champagne, i soldi sono sempre saltati fuori…). Quindi, continuare a lottare era solo un grande spreco di energia. Alcune volte mi sono ritrovata a cene, feste o serate, dove per ottenere un lavoro dovevi fare la classica marchetta. Giravo i tacchi e me ne andavo! Intanto c’erano quelle ‘nuove’ o più giovani disposte a portarti via il lavoro. Questa è la verità, il fatto che tu sia una bella ragazza o una modella, per molti significa che sei una disponibile, così per ottenere alcuni lavori devi  “pagare” donando te stessa a vari produttori, registi, sponsor, politici, imprenditori… Ma tutti i lavori che ho svolto, ho avuto delle persone serie e professioniste,  di cui con alcuni ho mantenuto il contatto e che stimo moltissimo. Ma la cosa non cambia poi molto nel ‘mondo normale’ non è forse vero di quante vanno a letto con il proprio capo essendo segretarie o infermiere solo per tenersi il lavoro?

Domanda: Sono rimasto senza parole, o meglio, sono perfettamente a conoscenza di alcuni tasti dolosi di quel ambiente.. ma non tutti hanno il coraggio di parlarne… perché adesso?

Risposta: In realtà sono tanti anni che lo dico e lo racconto, ma mai in un’intervista… se lo avessi fatto mi sarei fatta terra bruciata. Come ho appena detto, nella vita ‘reale’ le cose non sono diverse, non hai idea di quanti sponsor e aziende mi hanno tagliata fuori perché non sono ‘carina’ con loro e sono solo professionale! Anche per questo viaggio che devo affrontare ho avuto delle difficoltà, ma presto racconterò altre cose. In realtà non fa differenza dire o non dire le cose. Io chiedo un lavoro, è un mio diritto! Poi sai che ti dico? In tanti mi hanno girato le spalle perché non ero più la Saba di un tempo, la Regina delle notti al Twiga o al Billionaire, non frequentavo più l’alta società e non ero più la P.R. a cui si poteva chiedere per approfittare dei miei contatti. Quindi cosa ho perso? Dire nulla. Se avessi parlato prima, mi sarei tolta dei sassolini dalle scarpe e tante offese e umiliazioni subite. Ma questo argomento meriterebbe più attenzione, si tratta di rapporti sociali, opportunismo, sincerità, rispetto…

Domanda: Devo ammettere che hai ragione, l’argomento è più profondo di quello che in realtà sembra. Ma parliamo di te, chi sei oggi?

Risposta: Già, a volte il silenzio rende tutto più easy… Dunque, chi sono oggi… Sono cambiata nel vero senso della parola. Ammetto di essere stata una ragazza che viveva in modo superficiale, fatto di apparenza e alla rincorsa all’essere sempre al Top, avere le cose giuste e frequentare l’ambiente giusto, ma mi rendevo conto che non ero felice. Era una vita di momenti effimeri, di gratificazioni momentanee, ma comunque facevano parte della mia vita, del mio personale percorso. E sono felice di averle vissute, perché ho realizzato dei sogni, ho viaggiato e avuto soddisfazioni, dolori, gioie e sofferenze, che mi hanno permesso di essere la donna che sono oggi. Come vedi non porto più i tacchi ma bensì questi comodissimi scarponcini da trekking, vivo a contatto con la natura e con gli animali, vado nei boschi per cercare di salvare queste povere creature che vengono barbaramente uccisi da uomini senza scrupoli. Anche per questo sono andata via da Genova! Dopo anni ho ritrovato una città in pieno degrado sociale e politico, una città sporca, incattivita e senza futuro. Senza parlare della tipica accoglienza genovese. Sembra che disturbi ogni volta che entri in un negozio! Ma grazie a questa ‘ospitalità’ ritrovata nella mia città, iniziai ad andare a passeggiare sulle alture per incontrare i cinghiali e altri animali. Ho fatto delle bellissime passeggiate con loro, gli ungulati sono animali intelligenti. All’inizio non sapevo come comportarmi, ma poi, ho imparato i loro comportamenti,  ti passano accanto, grufolano (che adoro) e se ne vanno.

D: Ma non hai avuto paura? Il tuo look ricorda molto quello di Lara Croft!

R: Grazie, in effetti alcuni amici con questa storia dei cinghiali e del bosco mi chiamano Lara, ho dato questo nome anche ad un cinghiale femmina con cui mi incontravo quasi ogni giorno! No, non ho mai avuto  paura degli animali, ho troppo rispetto e amore per loro, io mi sento più un animale che un essere umano e ti posso assicurare che loro avvertono questo. Non so come mai mi si avvicinano tutti, nessun animale scappa da me. Io semplicemente gli parlo, sembra sciocco per molti, ma è così. Vivo d’istinto, in modo anticonvenzionale, selvaggio, senza regole, ceno quando cala il sole e il mio ritmo biologico è gestito dalle stagioni, non dall’orologio. Osservando il mondo animale, ho trovato molte affinità con loro. Mangio quando ho fame, non perché è ora di pranzo o di cena, ma io sono sempre stata così, solo che quando ‘vivevo’ più a contatto con la società, i ritmi erano più imposti. Adesso ho la fortuna di vivere in modo libero! E’ una sensazione meravigliosa! Io ho paura della cattiveria dell’essere umano che si reputa tanto intelligente e superiore, quando invece uccide, violenta, truffa, ruba, e fa disastri. Tutte le minacce io le ho ricevute dall’uomo, mai da un animale. Potessi li salverei tutti. Vorrei una casa con del terreno e vivere con loro. Purtroppo è diventato quasi impossibile fare delle belle passeggiate in mezzo alla natura! Il mondo è diventato un far west, ogni giorno è aperta la caccia, e lo sai bene, la Liguria è tra mari e monti, abbiamo un sacco di verde! Sento ogni giorno gli spari dei cacciatori, e mi viene da piangere. Non esiste il rispetto ed io mi sono allontanata da tutto questo! Sai quante persone muoiono o rimangono ferite ogni anno per colpa di pistoleri sadici ed infelici? Tutti hanno paura, ma in pochi parlano o fanno qualcosa. Abbiamo problemi più grossi che dare la caccia a famiglie di animali che vivono nel loro habitat, ma che per colpa di chi li foraggia, e li fa scappare per raggiungere la città, la Regione permette tutto questo. Ma si sa, sono tutti cacciatori! Io stessa mi sono recata durante un’assemblea regionale per l’approvazione di una Legge stupida ed ignobile! Immagino tu sia a conoscenza che se passeggi nel bosco ti becchi una multa perché disturbi i cacciatori??? Ti sembra civile questo? Invece che rivalutare la città, creare lavoro, opportunità, pulire le strade, i tombini, svuotare i cassonetti della spazzatura, pensano ad uccidere. Fammi smettere qui, perché mi sale il nervoso!

D: Sono senza parole… sono a conoscenza di alcune situazioni, e posso capire il tuo stato d’animo, infatti questo argomento ti tocca davvero molto…

R: Si! Ma tutto questo rende ancora più forte il mio legame con la natura, e vorrei riuscire a sensibilizzare le persone a reagire, a non essere succubi di un sistema e di aver paura  a dire il proprio pensiero. Comunque ti ringrazio se scrivessi tutto senza omettere nulla. L’omertà è il più grande danno sociale.

D: Sei davvero una ragazza incredibile! Non è facile incontrare una bella donna, indipendente, schietta, sincera, coraggiosa e guerriera come te! Sono entusiasta del tuo cambiamento! Ma c’è ancora dell’altro o sbaglio? Parliamo della tua spiritualità e filosofia di vita e del tuo vissuto in Spagna.

R: Ti ringrazio.

D: E non ti preoccupare, riscrivo parola per parola ciò che mi hai raccontato! Sono qui per questo!

R: Grazie ancora. Esiste già troppa falsità in giro, mettere delle buone azioni può far cambiare il mondo! Come hai appena anticipato, ho avuto un altro grande cambiamento! A gennaio sono tornata a vivere a Genova, dopo 2 anni a Marbella. Un luogo fortemente voluto e desiderato, ma che mi ha portato via tutto! Due auto (di cui una rubata di notte dopo essere stata narcotizzata), tutti i miei risparmi investiti nel mio atelier di moda. Ero una straniera, e in tanti si sono approfittati della mia inesperienza, del non conoscere nessuno, ad essere sola, e nemmeno gli organi competenti, quali Ambasciata e polizia, mi hanno mai aiutata. E’ stato un paese davvero ostile. L’immaginario di una terra meravigliosa, baciata dal sole, di luoghi di vacanza, sono diversi quando tu ci vivi!

D: Mi sembra di capire che non ami molto la Spagna.

R: Beh, il bilancio è stato tragico. Sono andata li con dei sogni, con dei progetti, ho fatto degli investimenti, ho perso tutto perché sono anche stata truffata, i proprietari di casa non mi hanno ridato i due mesi di caparra indietro, chi mi ha fatto la produzione di abiti, mi ha minacciata, e non c’è stata nessuna mia amicizia che mi avesse quantomeno sostenuta psicologicamente. Mi hanno tagliata fuori. Comunque amavo vivere li, per il sole e per il clima, poi gli spagnoli, ti posso dire? Dimentichiamoci il grande Julio Iglesias! Le donne non sempre vengono trattate con rispetto, molti di loro li ho trovati anche sporchi, falsi, tutti egocentrici! Con chiunque parlassi ti dicono che sono o Paco de Lucia o Joaquin Cortès! Sono un pò montati e inoltre maltrattano gli animali! Poi a Marbella trovi di tutto, pieno di inglesi, olandesi e russi. E’ un posto di vacanza, con Puerto Banus, la passeggiata di lusso con tutte le auto sportive in bella mostra, negozi di griffe e ubriachi da mattino a sera.  A me spiace perché avrei continuato a vivere li se non avessi avuto a che fare con i ladri, ultimo colpo alla mia infelice permanenza. Adoravo guardare il Marocco dal mio giardino, amavo quel clima e quei tratti di terra desertica verso Estepona, e lo stile andaluso. Ma non ci tornerei più.

D: Sono dispiaciuto per tutto questo. Essere sole in un paese straniero (anche se facente parte della comunione europea), e non aver nessuno deve essere stata dura.

R: Non per l’essere sola, anche perché io ho deciso di vivere lontana e fare questa esperienza di vita, ma è sempre per i rapporti sociali, vicini o lontani che capisci chi davvero tiene a te. Ma non mi piango addosso, voglio dimostrare che nonostante tutto bisogna andare avanti! Never give up! E’ il mio mantra! Comunque tornata in Italia, ho ricominciato la mia vita. A marzo, grazie ad una cara amica, Laura, sono diventata Buddista. Sin dall’asilo nido ho frequentato Istituti religiosi cattolici, sempre tra preti e suore, sono stata battezzata, ho fatto la comunione e la cresima, le solite cose imposte, ma un bel giorno, persi totalmente la mia fede, pregavo qualcuno che non ascoltava, ho sempre visto la Chiesa arricchirsi e far aiutare il prossimo da persone di cuore… A 14 anni sono diventata atea. Ma qualche mese fa, proprio dopo i miei 40 anni, iniziai a recitare Nam Myo Ho Renge Kyo, e la mia vita è cambiata! Ho fatto diversi viaggi nel sud est asiatico, dove oltre all’induismo, la figura del Budda è presente ovunque, e  le mie case le ho sempre arredate in stile asiatico. Mi sentivo a mio agio e quello stile mi rilassava. Il Budda mi ha sempre affascinato ed è sempre stato presente nella mia vita. Ma come tutte le cose che non si conoscono, pensavo che questa religione fosse destinata solo ai Monaci buddisti tibetani… Ho iniziato a frequentare un gruppo che mi ha accolta in modo caloroso ed insegnato i principi fondamentali del buddismo, ho avuto enormi benefici che nemmeno ti immagini! A giugno ho ricevuto il Gohonzon, la pergamena sulla quale noi recitiamo Daimoku e Gongyo, e mi sono sorpresa di quanto in realtà io fossi spirituale e religiosa! Studio molto, ed anche i mie cani sono buddisti! Ogni sera si mettono su di me e si addormentano al ritmo scandito di Nam Myo Ho Renge Kyo. Abbiamo trovato la nostra armonia, e mi reputo fortunata ad essere buddista! E’ la religione più pacifica di tutte!

Domanda: Mi sembra di intuire che da qui inizia la tua vera trasformazione?

Risposta: Si… Anche se in realtà io cambio ciclicamente! Sono in continua evoluzione e trasformazione, mi metto sempre in discussione, per questo è difficile starmi dietro! Io in un giorno decido dove andare a vivere, cambio tutto, rivoluziono tutto! Vivo intensamente, anche se a volte con delle difficoltà. Ma le prove e le sfide mi rendono solo più forte e determinata, migliorano me stessa. Dal tacco 12 e abiti firmati o realizzati a mano, sono passata a scarponcini da trekking, zaino in spalla e boschi! Sono sempre stata pigra, non ho quasi mai praticato sport, e anche per fare 100 metri, usavo la macchina, per altro adoro la velocità… Villa, piscina, aerei privati, viaggi, super ristoranti, adesso? Pizza quasi ogni giorno e pop corn, non ho più un auto, macino km tutti i giorni per scendere in paese e fare la spesa. Non posso più viaggiare in aereo perché altrimenti metterebbero i miei bimbi pelosi in stiva, vivo in solitudine e in modo più spartano. Ho rinunciato quasi a tutto, ho anche provato a vivere senza cellulare… Ma essendo sempre in viaggio o nei boschi, è utile in caso di emergenza. Altrimenti, ne farei davvero a meno, non sopporto il fatto di essere reperibile in ogni momento! Love wild life! Vorrei vivere ancora più selvaggiamente!

Domanda: Io ti ho conosciuta anni fa, e al di là dell’aspetto estetico…

R: Non ci provare!!!!

D: No, no, se no rischio che mi suoni???

R: Diciamo che ho imparato a difendermi, di necessità, virtù!

D: Te l’ho promesso non ci provo!!! Non so se avevo più ‘timore’ di te in passato con il tuo sguardo magnetico o adesso che sei una guerriera…

R: Basta provare e lo puoi scoprire!

D: Io direi di andare avanti con la nostra chiacchierata… Dicevi di voler viver ein modo più spartano. Cosa vorresti dire? Che così non ti basta?

Risposta: Il fatto è che ti abitui a tutto! O forse io, mi abituo a tutto. Ho sempre bisogno di nuove avventure, la normalità e la routine spezzano la mia creatività ed il mi morale. Devo vivere sempre a 100 all’ora! Ma con il mio silenzio. E’ una cosa strana… Nel senso che non sono più la ‘queen of the night’, si cambia, ma non amo stare nello stesso posto più di un tot di tempo, non ho il senso di appartenenza, non ho cordoni ombelicali. Prima davo più importanza ad una bella casa, adesso mi basta un letto, un bagno, dove cucinare e sta bene. Non guardo la tv da 4 anni, giusto qualche puntata di Caduta libera quando ero da mia mamma, infatti da casa ero brava a sapere le risposte, così ho partecipato al gioco! Sono caduta 5 volte dalla botola!!! Li è un’altra cosa. Poi soffro il freddo, e l’aria condizionata mi congelava anche le corde vocali!

D: Infatti ti ho vista!!! Gerry ti ha fatto anche una bella presentazione!

R: Si, è un uomo davvero simpatico e disponibile! Poi smettiamola con pensare che sia ‘big’! E’ un uomo di sana e robusta costituzione!!! ahhaha La tv ingrassa!!!

Your ads will be inserted here by

Easy Plugin for AdSense.

Please go to the plugin admin page to
Paste your ad code OR
Suppress this ad slot.

D: AHHHH! Gerry sarà entusiasta i questa tua dichiarazione! Ma come è la botola???

R: Davvero, è molto gentile e professionale! Io l’avevo conosciuto nel 98′ quando feci Paperissima, con la Cuccarini e Columbro, ho anche avuto la fortuna di conoscere delle belle persone. La botola, la botola, la botola… Non posso dire nulla! Se sei curioso partecipa!!!

D: No no, io sono un fifone! Ma scusa, come non guardi la tv? E come ti tieni aggiornata? Leggi i quotidiani?

R: Posso passare da ignorante a dirti che non faccio nulla di tutto questo, ma c’è una ragione. Comunque avendo internet, non sono proprio digiuna dalle notizie, diciamo solo che scelgo cosa sapere.  La mia è una prova per vedere se vivere al di fuori della società, le notizie riescono ad arrivare. Oramai siamo abituati ad avere ogni forma di comunicazione e tecnologia, ma, fare dei passi indietro, dove ci si guardava negli occhi e si parlava, è una cosa che si usa davvero poco. Poi ho un progetto a cui sto lavorando da 11 mesi, e sarà un’esperienza incredibile! Non voglio avere la testa consumata da brutte notizie, catastrofi ecc. E’ imprudente lo so, ma non sarebbe in attinenza con ciò che andrò a fare!

D: Cosa altro hai escogitato??? Ma sei un vulcano! Ma ti fermerai mai? Comunque qualcosina so… un tour, vero? Qualcosa hai già anticipato nei giorni scorsi.

R: Ti prometto che ti racconterò tutto a breve giro, ma non oggi. Si, beh, le persone interessate sono a conoscenza di questo tour, in quanto saranno miei partner ufficiali, ma l’azienda principale, o meglio, il ‘mezzo’, per fare tutto questo, pochi giorni fa mi ha lasciato a piedi, quindi sono in stand by, ma qui siamo tutti pronti! Ma è una cosa davvero enorme, a 360 gradi, tocca ogni argomento della vita, e il mio intento è arrivare ai Guinness World Records!

D: Addirittura??? Beh, se ci penso, in effetti è una cosa che nessuno ha mai fatto!!! Dai devo essere il primo a farti l’intervista!!! Parliamo del nuovo calendario che hai fatto…

R: Si, diciamo che con questo calendario sono ritornata sulle scene! E’ il mio 4° calendario, realizzato sempre con Ricciardi, il tema è di donne forti e coraggiose, a  bordo di moto così sexy e affascinanti come le Harley Davidson. Io rappresentavo la donna selvaggia e fuori dagli schemi, la guerriera e amante degli animali, infatti in una foto ci sono anche loro, poi c’è Cristina, una donna meravigliosa e vulcanica, solare, simpatica e piena di energia positiva, e Antonella, la prima donna a Genova ad avere avuto un Harley! Venerdì 25 novembre, si è tenuta la presentazione ufficiale al Palazzo della Meridiana di Genova, e devo dire che è  stata una bellissima serata di Gala. Ho rivisto tante persone che non vedevo da anni, e molti… sono sbiancati! Ritornare in silenzio a casa, e destabilizzare gli animi, è stato davvero divertente! La serata ed il calendario, sono stati tutti creati da Pino Cogorno!

D: Il fatto di … destabilizzare… ti riesce sempre bene… scusa ma è difficile non poter farti un complimento! Cambiamo argomento, parlami dei tuoi cani, come fai a gestirli???

R: Hai ragione, a volte me le cerco… Parliamo dei miei cani! Ma quante domande hai ancora da farmi??? Guarda che è quasi ora dell’aperitivo??? Ti va un bicchiere di vino?

D: Ho fatto una cernita, direi che sono circa… 500 domande! No scherzo, e che non me ne andrei più via da qui, per diversi motivi…ma ho paura che mi lasci nel bosco, quindi ancora due domande e basta…

R: Vino? Non mi hai risposto.

D: No no ti prego.

R: Ok.

D: (intanto si è alzata, i cani l’hanno seguita, dopo un pò mi chiama. All’interno della sua deliziosa casetta, aveva già imbandito il tavolo con stuzzichini vari e due bicchieri di vino!).

R: Se non ti spiace stiamo dentro che inizia a far freddo. Salute.

D: (Imperiosa!) Salute! (non dico altro, bevo, mi sembra di capire che non riceve un ‘no’ come risposta…).

R: Adesso va meglio, dunque, dicevo, devo dire che i miei bimbi sono davvero bravi! Anche quando viaggiamo non mi creano problemi, sono abituati, sai quante volte abbiamo fatto avanti e indietro da Marbella a Genova? Sono 2000 km! Comunque una casa con giardino è un’ottima soluzione! Non ho l’impiccio dei 4 guinzagli per portarli a spasso e poi ho un passeggino! Non ti dico quando andiamo in giro a fare la passeggiata quanta gente ci ferma per scattare delle foto! Sembra che vedano dei marziani! C’è anche chi dice che sono esagerata ed eccentrica, ma non mi interessa. Non si rendono conto di cosa significhi girare con 4 cani, mentre uno tira da una parte, l’altro che abbaia, uno che non vuole camminare, o che vengono calpestati proprio perché sono piccini! Poi con il passeggino posso entrare in ogni luogo, e quando hanno sonno dormono serenamente. Per questo posso portarli ovunque.

D: E’ davvero commovente vedervi insieme si capisce che vivete in simbiosi, continuano a guardarti in adorazione. Ma dimmi i loro nomi e soprattutto i loro ‘soprannomi’… e poi parliamo di uomini…

R: Sapevo che saremo finiti su questioni di cuore…  Ma ti rispondo subito con i nomi dei miei bimbi pelosi…Dunque, la prima è Mademoiselle Coco Chanel, (4 anni, chiamata Budda aria di vento e Princesa), il secondo è  Monsieur Hermes (3 anni, Budda dolcezza infinita e droghi droghi), poi Madame Miu Miu (2 anni detta la puta negra e Budda ribelle) e suo fratello Monsieur Dior, (2 anni, Piccolo Budda, Budda sentieri del bosco, orsetto…).

D: (rido perchè durante l’intervista, Saba chiama con i soprannomi i suoi cani). Perchè hai scelto questi soprannomi? In effetti droghi droghi…

R: Spesso quando li chiamo così rido da sola. .. Coco è una piccola snob, non ama appoggiare le zampine per terra, detta Budda aria di vento per le sue puzzette, direi puzze gigantesche! Non capisco come sia possibile che da una ‘topina’ la chiamo anche così, possa fare così tanto odore… Hermes ha la faccia da ‘fatto’ ed è di una dolcezza infinita. Si butta sempre a pancia in sù per le coccole. Miu Miu ha un temperamento forte, è testarda ed è selvaggia, Dior, ama i boschi, gli piace la solitudine, sta sempre fuori in giardino e appena comincio a recitare Daimoku e Gongyo, (buddismo), arriva. Tutti e 4 hanno i nomi da Budda e ognuno di loro, ha una parte del mio carattere. E’ meraviglioso! Io vedo mi rispecchio perfettamente in loro.

D: E’ davvero tutto divertente e reale (Coco ha fatto una puzza devastante, ve lo posso confermare), ma  voglio, anzi, vogliamo sapere la tua situazione sentimentale! Ora non scappi!

R: Intanto chiedo scusa da parte di Budda aria di vento… pensa di notte nel letto… perchè loro dormono con me, ovviamente dopo pulizia completa, oramai lo sanno e si mettono in fila per essere igienizzati!!! Comunque, ti rispondo subito così mi tolgo il pensiero!

D: Addirittura! E’ così traumatico parlare di uomini?

R: In realtà no. Ma so di tanta curiosità di chi vuole conoscere la mia situazione sentimentale e di chi non si capacita del perché sono single! In breve, sono una single convinta da 5 anni! In questo tempo ho avuto due flirt, o detta più sinceramente i classici toy boy! Non sono più innamorata da parecchi anni e avendo sofferto per amore ho deciso di non condividere il mio tempo con nessuno. Inoltre ho gusti ben determinati. A me piace l’uomo- uomo! Non questi super depilati, anoressici, super sportivi e anche un pò fighette! Si prendono troppo sul serio, troppo attenti al filino di grasso. Adoro la barba, gli uomini alti e possenti, con spalle coraggiose anche se con qualche chiletto in più… Scarto a priori quelli troppo magri, anche una donna vuole la sostanza e non un mucchietto di ossa. Sono una  donna dal carattere forte, determinato,  poco gestibile e impegnativa. ( me lo dicono tutti!). Dal 2003, non ho più conosciuto un uomo che mi ha fatto battere il cuore, sentire le farfalle nello stomaco e perdere la testa. Poi sai cosa ti dico? Che più stai sola e meglio stai! Almeno è così per me. Io non ho mai voluto avere una famiglia, sono sempre stata una selvaggia, in 40 anni ho cambiato 33 case, e mi annoio a stare nello stesso posto, fare le stesse cose, e piantare delle radici, insomma, avere una vita pianificata. Sai quante donne conosco che si sposano e fanno figli solo perché è la società ad imporlo? Altrimenti passi per una sfigata, o che non ti vuole nessuno.

D: Uhm, direi che ti sei spiegata bene e hai le idee chiare, ma avrai dei corteggiatori? Non ti manca andare a cena in un bel locale, avere attenzioni…???

R: No! Non mi manca.  Semplicemente non avendo nessuno che mi interessi, non sento la necessità. Ti ho detto che sono un animale selvatico!!!

D: Quindi non hai corteggiatori??? Non ci credo! Guarda me!!! Ho mosso mari e monti per ritrovarti!!!!

R: Ti adoro! Tu si che sei un uomo!!! Di corteggiatori ne ho…ma non ci prova mai chi mi potrebbe interessare. A parte che sto bene da sola, ma chi dovessi scegliere, se prenderebbe il pacchetto completo! Cani ma soprattutto me! Ma sai che di recente mi sono tolta da facebook perchè ricevevo privatamente foto di uomini e amici nudi che ci provavano? Ero imbarazzata e schifata! Per altro, erano tutti sposati o impegnati! Come posso trovare un uomo? Uno così non mi piace! Trovo volgare e irrispettoso mandare certe foto ad una donna. A meno che non abbia una certa confidenza intima… ma il gioco erotico, la confidenza, è un’altra questione. Quasi ogni giorno ricevevo dai 3-5 messaggi osè di uomini che conosco, e nonostante avessi manifestato il mio totale disinteresse, continuavano! Così, ho deciso di togliermi da fb. Ma non solo per loro. Anche alcune amicizie si erano rivelate un pò troppo invadenti.  Vedi, con i social network e la tecnologia, i rapporti sono notevolmente cambiati. Guarda solo il cellulare! Viviamo attaccati a questo aggeggio! Ti sposti da una stanza all’altra e te lo porti dietro come se perdessi la telefonata della tua vita, sei sempre reperibile e nessuno rispetta gli orari. Così ho fatto un ripulisti anche li! Non amo stare al telefono, mandare sms o cose del genere. Io sono più pratica e vivo di emozioni a contatto con la natura. Amo la mia vita, i miei ritmi, il silenzio, non guardo la tv ed il cellulare è senza suoneria. Inoltre non avendo nessuno che mi gira per casa,  sono libera di gestire il mio tempo come voglio. D’inverno ceno alle 17 appena va via la luce, e alle 21 sono già a letto. Avessi una relazione, sarebbe un problema. Non mi piace dover ‘rendere’ conto a qualcuno. Credo che questo sia stato anche parte dei miei fallimenti amorosi.

D: Beh, capisco

 

 

 

gente: GOSSIP E STAMPA

http://www.gazzetta.it/Calcio/Altro_Calcio/Primo_Piano/2008/08/04/coco.shtml https://www.youtube.com/watch?v=kyLvICkU3XE http://www.nonsolotigullio.com/eventi_tigullio/5339__1_Selezione_Concorso_per_Fotomodella/… #alvieromartini #bastardi #calendario

Sorgente: GOSSIP E STAMPA

0
(Visited 43 times, 1 visits today)