Pubblicato il

Nuova scelta, nuova vita.

Your ads will be inserted here by

Easy Plugin for AdSense.

Please go to the plugin admin page to
Paste your ad code OR
Suppress this ad slot.

La vita è un grande dono, e noi siamo gli artefici del nostro personale percorso e del  nostro  cambiamento, alcuni  pensano  che  il  proprio destino sia  già stato scritto, altri credono al Karma (come me che sono Buddista), ma ogni  decisione, spetta soltanto a noi stessi.

Ho avuto la fortuna di apprezzare e godere di fortune nei miei primi 40 anni di vita, tra felicità effimere, cose materiali, bei viaggi, ambiente ‘very important’, ma poi, alla fine, non erano quelle le cose a cui aspiravo.

Certo, essere una bella ragazza e  fare la modella, aiuta ad elevare il tuo stato sociale,  sei sempre invitata a belle feste, ottieni tanti favori, e sei consapevole del tuo potere, ed hai imparato ad usarlo proprio bene. (non parlo di compromessi sessuali, a cui in tanti possono alludere, il bello della forza del proprio potere, è saperlo esercitare sugli altri, senza dare nulla in cambio…).

In un certo senso, essere al centro dell’attenzione mi piaceva, (cominciai a fare televisione a tre anni…), ma il mio reale sogno, è sempre stata la compagnia degli animali.   Avevo più di 200 pupazzi in camera mia, ed ognuno aveva un nome, li suddividevo  per famiglia  (rispetto alla loro razza), e giocavo, parlavo con loro anche prima di andare  a dormire. Erano la mia famiglia. Sognavo di avere una casa in mezzo al bosco e vivere con tanti animali.  Questo è sempre stato il mio desiderio.

DOBBIAMO SMETTERLA DI PREOCCUPARCI TROPPO DI TUTTI E POCO DI NOI. STAR BENE SIGNIFICA PENSARE ANCHE A SE STESSI. ( L. DEL GRANDE).

Inoltre  ho sempre amato la medicina,  le scienze e  la geografia,  già  da piccola dovevo capire cosa sarei potuta diventare da grande… Un medico chirurgo?  Un veterinario?   Una viaggiatrice?  Tutt’ora  queste  sono  le  mie passioni…   Ma  le volontà o le paure dei genitori fanno si, che i tuoi doni, vengano a volte messi da parte, e poco importa se tu potevi diventare un bravo medico, perché ai tuoi,  gli ospedali,  gli aghi o il sangue hanno sempre fatto effetto. E così, ho frequentato scuole di cui non mi sono minimamente impegnata.   Segretaria aziendale?   pensavo: ‘  io non lavorerò mai per qualcuno, poi come segretaria… figuriamoci!’. Ho anche  frequentato la scuola alberghiera, si è vero, sono molto brava a cucinare, ma al di là di organizzare feste e cene, la cosa non mi ha appassionato più di tanto.  Ho studiato come stilista e modellista di moda, beh, con una madre sarta,  io modella,  pensavo che aprire un  mio atelier,  sarebbe stata  la strada giusta da percorrere.  Insomma, la moda, lo stile, i tessuti, sono stati miei compagni di crescita per lunghissimi anni. E così ho aperto a Marbella, il mio atelier di moda. Un totale fallimento! Ho perso tutto.

 

 

No. Questi non erano i miei reali desideri, erano solo capacità di sapere cucinare, saper cucire un abito, ma non avevo la voglia di farlo per tutta la vita. Per tutta la vita avrei voluto curare i malati,  gli animali e viaggiare.

 

GODITI OGNI MINUTO DEL TUO TEMPO, PERCHE’ IL TEMPO NON RITORNA. QUELLO CHE RITORNA E’ SOLO IL RIMPIANTO DI AVER PERSO TEMPO.  (V. SANTORO).

La Spagna nonostante le brutte esperienze, è stata un’ottima scuola, mi ha reso più forte, più selettiva, più attenta alle fregature. Prima di entrare in quel paese, vivevo ancora bene, mi entusiasmavo di ogni cosa,  credevo in alcuni rapporti d’amicizia (sono comunque sempre stata diffidente),  non mi mancava davvero nulla. Ma dopo essere stata narcotizzata e derubata, (soldi, auto), ed aver superato il forte shock, avvenuto nei mesi successivi, con attacchi di panico, ho cambiato in modo decisivo e drastico la mia vita.  

Dunque ritorno a casa, (Italia, Genova) il mio atteggiamento nei confronti della vita è cambiato, non mi fido più di nessuno, le promesse che mi erano state fatte, non sono state mantenute, e così, è normale chiudersi nel proprio mondo, ancora di più di quanto già non fossi solitaria.

Ritornare nella mia città dopo alcuni anni, è stata una grande delusione. Ho trovato una città sporca, cara, umida, fredda, piovosa, senza sbocchi per il futuro, e tante prese per i fondelli!  E ricomincio  ad organizzare un nuovo trasloco, perché non sopporto più vivere qui.

Intanto mi dedico alle passeggiate nei boschi per salvare dei cinghiali che molto spesso scendono nei centri urbani per scappare dal loro habitat, questo grazie a cacciatori spietati e ad alcuni componenti di una Regione assassina.   Mi appassiono così tanto alle camminate, ai paesaggi e alla natura,  che quando non posso andare li,   (causa giornate di caccia) sto male, perché oramai il bosco fa parte di me. Ogni volta che sono in mezzo alla natura, mi passa ogni dolore, inizio a sentire i suoni,  respiro aria fresca e pulita, e osservo ogni cosa attorno a me con immenso interesse.

Sento le mie gambe sprofondare nella terra come radici,  mi sento parte integrante del luogo, le mie braccia diventano rami fioriti che si innanzano nel cielo, e sento che il bosco è casa mia, mi rende felice, mi fa stare bene. Quando la giornata giunge al termine e devo tornare a casa dopo la mia bella camminata, le orecchie si tappano, come se inconsciamente non vogliono sentire nessuno, mi viene mal di testa, nausea, attacchi di panico, tristezza, respiro male e mi lacrimano gli occhi.

Questo mio stato pschico-fisico, dura da un anno. Davvero, solo quando vado a passeggiare al mare o nei boschi, sto bene!

Nel frattempo divento buddista, e con grande piacere ed enorme sorpresa, scopro di avere una forte spiritualità e una forte fede. 

Inizio a diventare sempre più sofferente, vivo malissimo in città,  lo smog  e  la sporcizia e la maleducazione, non le tollero più, e stare in mezzo alla gente, mi procura ansia e attacchi di panico. Devo reagire e trovare la mia pace interiore.

Un giorno, decido così di noleggiare un camper, e  andare al salone di Parma per parlare con le aziende produttrici di camper, per una collaborazione e realizzare il mio Tour ‘travellingwith4chihuahuas’, a cui lavoro da più di un anno. Alcune aziende si sono mostrate interessate,  e così, tutta felice, continuo a programmare gli itinerari, i costi, stilare una lista di campeggi, aree di sosta, consumi, abbigliamento, sponsorizzazioni, comunicati stampa, accordi…  Ma dopo settimane e mesi di trattative, improvvisamente con un ‘no’, crollano tutte le mie fatiche e le mie speranze, e perdo credibilità e fiducia con alcuni investitori.

Your ads will be inserted here by

Easy Plugin for AdSense.

Please go to the plugin admin page to
Paste your ad code OR
Suppress this ad slot.

 

NON ASPETTARTI NIENTE DA NESSUNO! PERCHE’ OGGI DICONO CHE SEI SPECIALE, E DOMANI TI IGNORANO COME SE NON FOSSI NESSUNO

Poco importa a chi ha messo la propria parola e poi, nemmeno direttamente ti comunica che è stata cambiata idea, poco importa, se hai lavorato ogni giorno per un anno, rinunciando a molto, per costruire il tuo progetto. Poco importa se aziende leader avrebbero voluto un ritorno pubblicitario mondiale,  senza investire un euro! Si sa, oramai si lavora gratis! A chi importa della tua vita?  Così sei costretta ad imparare un’altra lezione. Sei una guerriera.  Questo vedono tutti.

http://sabawesser.com/pronti-per-una-nuova-esperienza/

MI DICONO ” TU STAI TROPPO SOLA”. E IO RISPONDO: ” VOI STATE TROPPO CON CHIUNQUE!”. ( M. LUNA).

Ma una cosa invece alle persone importa parecchio: avere la maggior visibilità possibile, in modo gratuito, investire zero anche se crede nel progetto, ma ti dice: ‘ c’è crisi non sono i tempi’, oppure lavori prestando la tua immagine e poi non vieni pagata, ‘perché non ci sono i soldi’ e poi te li vedi su facebook a son di bottiglie e puttane. Tutti a dire bello il tuo progetto, metti il logo dell’azienda, ti aiuto, ti sponsorizzo, ho dei contatti per te, e poi spariti tutti?

ALLA FINE IMPARI A DARE ALLE PERSONE LA STESSA IMPORTANZA CHE DANNO A TE! (A. HEPBURN).

Così esausta di questi comportamenti, stanca di menzogne e false promesse, stanca di essere reperibile H24 sul cellulare, sui social, stanca di corteggiatori che ti dicono di essere single ed invece scopri che sono sposati, fidanzati o convivono, ( ma loro non demordono,  ti stanno addosso e fanno carte false pur di averti), stanca di uomini che messaggiano  di continuo su WhatsApp o messenger, ho bloccato tutti ed ho detto basta! E’ tutto un troiaio, una finzione, un opportunismo, una falsità, una città di assassini (cacciatori). Io voglio stare da sola. Tutto questo mi ripugna!

Io non ho mai smesso di credere al mio viaggio,  vivere e viaggiare il mondo in camper insieme ai miei 4 pelosi.  Noi 5 da soli, con i nostri tempi, la nostra felicità, senza interferenze esterne. Realizzare reportage e stare a contatto con la natura e gli animali…

UN UOMO VEDE NEL MONDO CIO’ CHE EGLI PORTA NEL CUORE. (J.W. VON GOETHE).

Così pensai, invece che continuare a buttare via i soldi in un appartamento in un condominio rumoroso, con uno schiocco di dita, decisi in due minuti di trasferirmi a  vivere temporaneamente in un campeggio!

Individuai subito quale sarebbe stata la mia casetta. Un mobilhome in mezzo al verde, con un giardinetto, perfetto per far giocare i miei cani, tra i piedi del bosco e a pochi km dal mare.

La scelta è stata dettata dal fatto, che dovevo fare questa esperienza prima di chiudermi davvero dentro un camper. Abituata a grandi case, stare in pochi metri quadrati, non sarebbe stato facile. Invece, con mio grande stupore, mi sono letteralmente innamorata di questo stile di vita. Nel mobilhome vivi nello stretto, ma hai tutto ciò che davvero serve. Ho imparato a capire cosa è necessario e cosa no, quanti vestiti utilizzare, i consumi, le lavatrici. Mi sono resa conto che alla fine mi serve un letto dove dormire, un bagno, una doccia, la cucina e un divano e un tavolo dove usare il pc.  Le proprie esigenze cambiano in funzione del tuo desiderio. Il mio desiderio è di viaggiare e stare ogni tot giorni in un luogo diverso. Ho trovato la mia giusta dimensione!

SIATE SINCERI E SEMPLICI, QUESTO E’ L’ESSENZIALE. (F. DOSTOEVSKIJ).

Nessuno sa dove vivo, ma alcuni sanno che la viziata principessa, ha deciso di vivere in modo più spartano ed è felice così. Non voglio nessuno per i piedi, sto bene nella mia solitudine e nel mio silenzio. Dedico le giornate agli animali, alla natura, a realizzare il mio viaggio, alla ricerca del camper e al Buddismo.

Sono felice della scelta che ho fatto, perché ho trovato la mia pace interiore, il mio benessere ed il mio equilibrio. Le persone hanno paura a stare in silenzio, hanno sempre bisogno del contatto, di parlare, di socializzare e non  rispettano la tua scelta, spesso mi sento dire: ” poverina, sei sola”, ma io ho fatto una scelta che mi fa stare bene. Trascorro le mie giornate ad esplorare il territorio, tra mare e boschi, le giornate sono meravigliose, il tempo è bello e fa ancora caldo, e mi sembra di vivere in un sogno. Nel frattempo arriva il freddo, ed io lo patisco favvero molto, passando fa una bronchite all’altra, e mi blocco con la schiena, così sono costretta a fare iniezioni di voltaren e muscoril per poter stare in piedi! Il mio entusiasmo si spezza, non sono in grado di camminare per i boschi, non riesco ne a sedermi ne a tirarmi su. Trascorro le giornate tra il letto ed il divano. 

Il mio progetto del viaggio in camper non decolla, i reportage che dovevo realizzare in questo territorio, saltano per il mio stato di salute, e così subentra la noia, la rabbia, e trascorro dicembre e gennaio praticamente bloccata.

Così, ho iniziato la ricerca di un nuovo posto dove andare. Sarei dovuta partire da qui direttamente con un camper, ma per causa di forza maggiore, ho dovuto cambiare progetto.

Decido così di cercare un lavoro in una fattoria in cambio di vitto e alloggio! Parlo con un’ amica, che mi propone di andare a stare (ma in un casale separato), su da lei! Il mio sogno di vivere con gli animali si avvera!

Ho finito di fare le valige del mio 35° trasloco, da una parte mi spiace perché volevo conoscere ogni bosco di questa riviera, (ligure di Ponente) della valle impero e valle argentina, il golfo dianese, invece, per la mia situazione di salute, ho perso 2 mesi bloccata a letto, non potendo realizzare i miei video e reportage e quindi pubblicarli.

Vivo questi ultimi giorni (anche se con la pioggia), a passeggiare in spiaggia, tra poco per un bel po’, non vedrò più il mio amato mare, ma sarò comunque felice, perché andrò a vivere in campagna! Mi aspetta tanta natura, tanti animali, nuovi boschi da scoprire… Il mio cuore si riempie di gioia, avrò un luogo nuovo e una casetta tutta per me e per i miei bimbi pelosi! Lavorare in fattoria? Si!!!

 

Arrivederci Diano Marina!

 

VIVI OGNI GIORNO COME SE FOSSE OGNI GIORNO. NE’ IL PRIMO NE’ L’ULTIMO. (P. NERUDA).

 

Pubblicato il

DUE CHIACCHIERE CON SABA WESSER

DUE CHIACCHIERE CON SABA WESSER e i suoi chihuahuas.

E’ una splendida giornata di sole autunnale, e dopo diverse ricerche sono riuscito a mettermi in contatto con Saba! Mi trovo all’interno di un parco vacanze ai piedi dei boschi, con una magnifica vegetazione, l’aria è  pulita e regna la pace ed il silenzio, adesso inizio a capire come mai questa donna così affascinante e solitaria, ha deciso di venire a vivere qui. Mi attente nel giardino della sua casetta con i suoi inseparabili chihuahuas, e mi accoglie con un sorriso raggiante e mi invita ad accomodarmi…

Domanda: Buongiorno Saba, dopo diversi anni finalmente sono riuscito a rivederti. Devo dire che il tempo per te si è fermato… Anzi, se me lo permetti, sei ancora più bella! Ma come fai? Raccontami, dove sei stata?

Risposta: Buongiorno a te! Quanti complimenti!!! In realtà sono stata ibernata e adesso mi hanno scongelata!!! Scherzo! In effetti sono trascorsi 10 anni dall’ultima volta che ci siamo visti, dai, non sono molti! A me sembra ieri.  Comunque come vedi, sono tornata all’ovile…

Domanda: E noi siamo contenti di questo!!! Sei sempre uguale, ma qualcosa in te è cambiato, lo dicono i tuoi occhi.

Risposta: Credo sia solo cresciuta, ma non maturata! hehe! Dove sono finita? In giro come sempre, tra traslochi, viaggi, e rivoluzioni personali! Come sai nel 2008 chiusi la mia “carriera” nel mondo dello spettacolo, realizzando un ultimo calendario con il fotografo ed amico da oramai 20 anni, Enrico Ricciardi, realizzato con Laura Barriales e Francesco Coco. All’epoca ero fidanzata, e avevo anche 32 anni, e ‘competere’ con le modelle più giovani, non faceva più per me.

n1252047310_105849_2819

D: Scusami Saba, ma 32 anni… non eri poi così in là con gli anni… anche perché ripeto, sei uguale… ma da come so, hai cominciato molto presto i tuoi primi passi nella moda.

R: Hai perfettamente ragione, all’età di quasi 3 anni diventai la mascotte per l’azienda dei miei genitori (erano pellicciai… pensa un pò… e guarda come sono oggi che lotto per gli animali!!! ), ogni settimana si facevano le reclam, te le ricordi?  finita la scuola verso le 18, ero già pronta per fare i miei defilè in televisione, era un impegno che durava tre volte alla settimana, sino ai 13 anni di età. Poi iniziai a crescere e ad essere una modella professionista, ho fatto anche televisione e cinema, ma negli ultimi anni era diventato difficile lavorare per una serie di motivi. Ho avuto la fortuna di lavorare con artisti e personaggi sia nel mondo della televisione che del cinema che stimo moltissimo, con cui ho mantenuto il contatto negli anni successivi.

alviero%20martini1

Domanda: Parlami dunque di questo tuo ritorno sulle scene recentemente hai presentato il tuo nuovo calendario!

R: Ritorno… vedremo! Al momento ho posato con altre due donne per il calendario 2017 realizzato con Enrico (n.d.r.Ricciardi), in collaborazione con Harley Davidson. Il leitmotiv è di una città Genova che corre verso un futuro migliore, rappresentato da 3 donne diverse, ma con una cosa in comune, essere forti e indipendenti!

calend3

D: So che hai partecipato a questo calendario per presentare il tuo progetto…

R: Si è vero. Esattamente 11 mesi fa, mentre vivevo a Marbella, mi venne un’idea. Uscivo da 2 anni di grandi perdite e sofferenze, ero esausta e volevo cambiare la mia vita. Così iniziai a progettare un Tour mondiale a bordo di un camper, in solitaria ma in compagnia dei miei 4 chihuahuas. Infatti si chiama “travellingwith4chihuahuas”, saremo in viaggio toccando la maggior parte dei paesi del mondo, tra natura, laghi, boschi e deserto. Il tutto è ripreso da telecamere, realizzerò dei reportage video e fotografici, intervisterò la gente del posto e cucineremo insieme i piatti tipici del loro paese. Il viaggio servirà anche per far conoscere posti nuovi, incentivare il turismo “en plein air” e sensibilizzare le persone a non abbandonare gli animali.

 

dav

D: E’ un progetto ambizioso e rischioso! Da sola con i tuoi cagnolini? Quando è prevista la partenza?

R: Si il progetto in realtà è molto più vasto, all’interno si svolgeranno altre dinamiche che adesso non voglio raccontare, se no che sorpresa è? Per il rischio, beh, ho avuto dei seri problemi con alcune persone, e in ultimo mi hanno anche derubata e truffata… Quindi, credo che il rischio è all’ordine del giorno per tutti quanti e in ogni posto.  L’idea di viaggiare e visitare i luoghi magnifici della nostra terra è più una questione di energia positiva che non di rischio. Per la partenza, purtroppo ho dovuto posticipare la data, in quanto sono in attesa di un camper… Quindi siamo tutti in stand-by. Questo tour coinvolge davvero molte persone.

D: Parti da dove? Quali sono le prime tappe?

R: Ho già realizzato l’itinerario per il primo anno, e contattato diverse strutture che ci ospiteranno e sono davvero grata per l’interesse dimostrato da tanti nuovi amici che credono in me! Seguirò le stagioni climatiche, ovvero, andrò sempre verso la primavera e l’estate, quindi, inizierò con il sud Italia, scendendo da Genova sulla Civitavecchia, poi risalirò dalla costa adriatica e il viaggio proseguirà verso l’Europa, il Marocco, la Scandinavia, l’Asia… ma lo scoprirete strada facendo!!!

novella2000

D: Ho capito, non vuoi svelare ancora molto e lo capisco, immagino che i tuoi fans saranno contenti di sapere che potranno conoscerti in giro per il mondo nelle loro città! Ma parliamo di te, chi sei oggi?

Risposta: Si, immagino di si! Questo si che sarà un vero ritorno sulle scene! Ma i protagonisti assoluti saranno i miei chihuahuas e la natura! Io sarò solo un mezzo per raccontare un’esperienza magnifica. Ma prometto che sarà molto divertente seguirci! Ogni giorno mi capita sempre qualcosa di incredibile! Mentre per quanto mi riguarda, si sono cambiata nel vero senso della parola. Ammetto di essere stata una ragazza che ha vissuto in un mondo e in modo un pò superficiale, fatto di apparenza e alla rincorsa all’essere sempre al Top, avere le cose giuste e frequentare l’ambiente giusto, ma mi rendevo conto che non ero felice. Era una vita di momenti effimeri, di gratificazioni momentanee, ma comunque facevano parte della mia vita, del mio personale percorso. E sono felice di averle vissute, perché ho realizzato dei sogni, ho viaggiato e avuto soddisfazioni, dolori, gioie e sofferenze, che mi hanno permesso di essere la donna che sono oggi. Come vedi non porto più i tacchi ma bensì questi comodissimi scarponcini da trekking, vivo a contatto con la natura e con gli animali, vado nei boschi a passeggiare con i cinghiali e altri animali. Ho fatto delle bellissime passeggiate con loro, gli ungulati sono animali intelligenti. All’inizio non sapevo come comportarmi, ma poi, ho imparato i loro comportamenti,  ti passano accanto, grufolano (che adoro) e se ne vanno.

img_20160829_135004

D: Ma non hai  paura? Si conoscendoti un pò ho notato il tuo cambiamento, inoltre il tuo look  ricorda molto quello di Lara Croft!

R: Grazie, in effetti alcuni amici con questa storia dei cinghiali e del bosco mi chiamano Lara, ho dato questo nome anche ad un cinghiale femmina con cui mi incontravo quasi ogni giorno! No, non ho mai avuto  paura degli animali, ho troppo rispetto e amore per loro, io mi sento più un animale che un essere umano e ti posso assicurare che loro avvertono questo. Non so come mai mi si avvicinano tutti, nessun animale scappa da me. Io semplicemente gli parlo, sembra sciocco per molti, ma è così. Vivo d’istinto, in modo anticonvenzionale, selvaggio, senza regole, ceno quando cala il sole e il mio ritmo biologico è gestito dalle stagioni, non dall’orologio. Osservando il mondo animale, ho trovato molte affinità con loro. Mangio quando ho fame, non perché è ora di pranzo o di cena, ma io sono sempre stata così, solo che quando ‘vivevo’ più a contatto con la società, i ritmi erano più imposti. Adesso ho la fortuna di vivere in modo libero! E’ una sensazione meravigliosa! Il mio desiderio è di avere una casa con del terreno e salvare e vivere con tanti animali. Credo che bisogna aver più paura della cattiveria dell’essere umano che si reputa tanto intelligente e superiore, quando invece uccide, violenta, truffa, ruba, e fa disastri.

D: Quello che dici è meraviglioso. Scegliere di vivere seguendo i ritmi naturali, per come siamo abituati al giorno d’oggi sembra una cosa impossibile! Ma tu ci riesci benissimo! Per questo ti sei trasferita in questo luogo?

img_20161005_180532

R: Si, tutto questo rende ancora più forte il mio legame con la natura, ho trovato la mia giusta dimensione. Non ho più bisogno di cose materiali e superficiali, non ho la televisione ( che per altro non guardavo da 4 anni…), e farei a meno anche del cellulare, se non fosse che mi serve per fare le foto ricordo, e qualche giochino nei momenti di relax! Personalmente non credo che qualcosa sia impossibile da realizzare, bisogna volerlo fortemente, mettere desiderio ed azione e a volte fare dei bilanci e scendere a dei compromessi. Certo, se una persona non riesce a trovare la propria armonia ed equilibrio stando da solo, è meglio che viva in città. Io vivo con niente, quando ho cibo, un posto dove stare e i miei cani, il resto non conta. Questo posto mi serve come passaggio dalla vita cittadina e agli spazi di un appartamento, a quello che poi sarà il viaggio in camper. Un giusto e perfetto compromesso!

D: Sei davvero una ragazza incredibile! Non è facile incontrare una bella donna, indipendente, schietta, sincera, coraggiosa e guerriera come te! Sono entusiasta del tuo cambiamento! Ma c’è ancora dell’altro o sbaglio? Parliamo della tua spiritualità e filosofia di vita e del tuo vissuto in Spagna.

R: Ti ringrazio, sei gentile e complimentoso!!! Non sono più abituata!!! Come hai appena anticipato, ho avuto un altro grande cambiamento! A gennaio sono tornata a vivere a Genova, dopo 2 anni vissuti a Marbella. Un luogo fortemente voluto e desiderato, ma che mi ha portato via tutto! Due auto (di cui una rubata di notte dopo essere stata narcotizzata), e tutti i miei risparmi investiti nel mio atelier di moda. Ero una straniera e in tanti si sono approfittati della mia inesperienza, del non conoscere nessuno e ad essere sola, non ho avuto alcun aiuto e sostegno da parte di nessuno… Così sono tornata a casa, ma  vivere in città, nella confusione, non mi è mai piaciuto. E me ne sono andata via trasferendomi qui, Ma anche qui sono di passaggio.

D: Mi sembra di capire che non ami molto la Spagna.

R: Beh, il bilancio è stato tragico. Sono andata li con dei sogni e dei progetti, ho fatto degli investimenti. Ho sempre desiderato andare a vivere li, sin da piccola. Ma credo che sarebbe successo in ogni luogo, a volte si incontrano persone senza scrupoli.

D: Sono dispiaciuto per tutto questo. Essere sole in un paese straniero (anche se facente parte della comunione europea), e non aver nessuno deve essere stata dura.

R: Non per l’essere sola, anche perché io ho deciso di vivere lontana e fare questa esperienza di vita, ma è sempre per i rapporti sociali vicini o lontani che capisci chi davvero tiene a te. Ma non mi piango addosso, voglio dimostrare che nonostante tutto bisogna essere forti e andare avanti! Never give up! E’ il mio mantra! Comunque tornata in Italia, ho ricominciato la mia vita. A marzo, grazie ad una cara amica, Laura, sono diventata Buddista. Sin dall’asilo nido ho frequentato Istituti religiosi cattolici, sempre tra preti e suore, sono stata battezzata, ho fatto la comunione e la cresima, le solite cose imposte, ma un bel giorno, persi totalmente la mia fede, pregavo qualcuno che non ascoltava, così a 14 anni sono diventata atea. Ma qualche mese fa, proprio dopo i miei ‘primi’ 40 anni, iniziai a recitare Nam Myo Ho Renge Kyo, e la mia vita è cambiata! Ho fatto diversi viaggi nel sud est asiatico, dove oltre all’induismo, la figura del Budda è presente ovunque, e mi sentivo a mio agio e molto rilassata. Il Budda mi ha sempre affascinato ed è sempre stato presente nella mia vita. Ma come tutte le cose che non si conoscono, pensavo che questa religione fosse destinata solo ai Monaci buddisti tibetani… Ho iniziato a frequentare un gruppo che mi ha accolta in modo caloroso ed insegnato i principi fondamentali del buddismo, ho avuto enormi benefici che nemmeno ti immagini! A giugno ho ricevuto il Gohonzon, la pergamena sulla quale noi recitiamo Daimoku e Gongyo, e mi sono sorpresa di quanto in realtà io fossi spirituale e religiosa! Studio molto, ed anche i mie cani sono buddisti! Ogni sera si mettono su di me e si addormentano al ritmo scandito di Nam Myo Ho Renge Kyo. Abbiamo trovato la nostra armonia, e mi reputo fortunata ad essere buddista!

dsc00332

D: Mi sembra di intuire che da qui inizia la tua vera trasformazione?

R: Si… Anche se in realtà io cambio ciclicamente! Sono in continua evoluzione e trasformazione, mi metto sempre in discussione, per questo è difficile starmi dietro! Io in un giorno decido dove andare a vivere, cambio tutto, rivoluziono tutto! Ho già fatto 33 traslochi…Vivo intensamente, anche se a volte con delle difficoltà. Ma le prove e le sfide mi rendono solo più forte e determinata, migliorano me stessa. Dal tacco 12 e abiti firmati sono passata a scarponcini da trekking, zaino in spalla e andare per boschi! Sono sempre stata pigra, non ho quasi mai praticato sport, e anche per fare 100 metri, usavo la macchina, per altro adoro la velocità… Adesso giro a piedi e non uso i mezzi pubblici,  macino km tutti i giorni per scendere in paese a fare la spesa. Vivo in solitudine e in modo più spartano. Ho rinunciato quasi a tutto, ho anche provato a vivere senza cellulare… Ma essendo sempre in viaggio o nei boschi, è utile in caso di emergenza. Altrimenti, ne farei davvero a meno, non sopporto il fatto di essere reperibile in ogni momento! Love wild life! Vorrei vivere ancora più selvaggiamente!

D: Hai una luce diversa e solo chi ti conosce lo può notare, ma hai davvero 40 anni??? Sembri ancora una ragazzina! Evidentemente fa davvero bene vivere in questo modo!

R: Si molto cambiata, e sono davvero felice, ho ritrovato me stessa, non c’è bene più prezioso che sapere chi sei davvero. La società, la televisione cercano di farci diventare tutti dei burattini. Io non ci sto. Sono un’individualista, e non mi piace avere dei ‘lavaggi del cervello’. Comunque a marzo festeggio 41 anni. Non tornerei ai 20-25 anni.

D: Dicevi di voler vivere in modo più spartano. Cosa vorresti dire? Che così non ti basta?

R: Il fatto è che ti abitui a tutto! O forse io mi abituo a tutto. Ho sempre bisogno di nuove avventure, la normalità e la routine spezzano la mia creatività ed il mi morale. Devo vivere sempre a 100 all’ora! Ma con il mio silenzio. E’ una cosa strana… Nel senso che non ho il senso di appartenenza o cordoni ombelicali. Ho sempre detto di essere nata come un fiore in un campo.  Non guardo la tv da 4 anni, giusto qualche puntata di Caduta libera quando andavo da mia mamma, (questo inverno), e da casa ero brava a sapere le risposte, così ho partecipato al gioco! Sono caduta 5 volte dalla botola!!!

13592811_10209009605897977_6415014734160246451_n

D: Infatti ti ho vista!!! Gerry ti ha fatto anche una bella presentazione!

R: Si, è un uomo davvero simpatico e disponibile! Poi smettiamola con pensare che sia ‘big’! E’ un uomo di sana e robusta costituzione!!! ahhaha La tv ingrassa!!!

D: AHHHH! Gerry sarà felice di questa tua dichiarazione! Ma come è la botola???

R: Davvero, è molto gentile e professionale! Io l’avevo conosciuto nel 98′ quando feci Paperissima con la Cuccarini e Columbro. La botola, la botola, la botola… Non posso dire nulla! Se sei curioso partecipa al gioco!

D: No no, io sono un fifone! Ma scusa, come non guardi la tv? E come ti tieni aggiornata? Leggi i quotidiani?

R: Farò la figura dell’ ignorante a dirti che non faccio nulla di tutto questo, ma c’è una ragione. Comunque avendo internet, non sono proprio digiuna dalle notizie, diciamo solo che scelgo cosa sapere.  La mia è una prova per vedere se vivere al di fuori della società, le notizie riescono ad arrivare. Oramai siamo abituati ad avere ogni forma di comunicazione e tecnologia, poi con il  progetto avrò da fare altre cose, e non voglio avere la testa consumata da brutte notizie, catastrofi ecc. E’ imprudente lo so, ma non sarebbe in attinenza con ciò che sono, una selvaggia!

D: Il tuo tour è davvero interessante, e ti auguro di partire al più presto! Sono curioso di vederti guidare un camper, viaggiare e visitare luoghi magnifici, un pò ti invidio! Avresti un posticino per me?

R: Nessun posticino… I cani sono gelosi!!! Si anche io non vedo l’ora di partire, e anche le aziende che collaborano con me, ma senza il ‘mezzo’ a piedi di certo non lo posso fare!  Ma è un progetto davvero enorme, a 360 gradi, tocca ogni argomento e aspetto della vita, e il mio intento è di arrivare ai Guinness World Records!

D: Beh, se ci penso, in effetti è una cosa che nessuno ha mai fatto!!! Dai devo essere il primo a farti l’intervista!!! Parliamo del nuovo calendario che hai fatto…

R: E’ il mio 4° calendario, e condiviso con altre 2 donne forti e coraggiose. Io rappresento la donna selvaggia e fuori dagli schemi, la guerriera e amante degli animali, infatti in una foto ci sono anche i miei bimbi pelosi, poi c’è Cristina, una donna meravigliosa e vulcanica, solare, simpatica e piena di energia positiva, e Antonella, la prima donna a Genova ad avere avuto un Harley! Venerdì 25 novembre, si è tenuta la presentazione ufficiale al Palazzo della Meridiana di Genova, e devo dire che è  stata una bellissima serata di Gala. Ho rivisto tante persone che non vedevo da anni, e molti… sono sbiancati! Ritornare in silenzio a casa e destabilizzare gli animi è stato davvero divertente!

k

D: Il fatto di destabilizzare… ti riesce sempre bene… scusa ma è difficile non poter farti un complimento! Cambiamo argomento, parlami dei tuoi cani, come fai a gestirli???

R: Hai ragione, a volte me le cerco… Parliamo dei miei cani! Ma quante domande hai ancora da farmi???

D: Ho fatto una cernita, direi che sono circa… 500 domande! No scherzo, e che non me ne andrei più via da qui, per diversi motivi…ma ho paura che mi potresti abbandonare nel bosco, quindi ancora due domande e basta…

R: Devo dire che i miei bimbi sono davvero bravi! Anche quando viaggiamo non mi creano problemi oramai sono abituati, sai quante volte abbiamo fatto avanti e indietro da Marbella a Genova? Sono 2000 km! Comunque una casa con giardino è un’ottima soluzione! Non ho l’impiccio dei 4 guinzagli per portarli a spasso e poi ho un passeggino! Non ti dico quando andiamo in giro a fare la passeggiata quanta gente ci ferma per scattare delle foto! Sembra che vedano dei marziani! C’è anche chi dice che sono esagerata ed eccentrica, ma non mi interessa. Non si rendono conto di cosa significhi girare con 4 cani, mentre uno tira da una parte, l’altro che abbaia, uno che non vuole camminare, o che vengono calpestati proprio perché sono piccini! Poi con il passeggino posso entrare in ogni luogo, e quando hanno sonno dormono serenamente. Per questo posso portarli ovunque.

img_20161013_154901

D: E’ davvero commovente vedervi insieme, si capisce che vivete in simbiosi, continuano a guardarti in adorazione. Ma dimmi i loro nomi e soprattutto i loro ‘soprannomi’… e poi parliamo di uomini…

R: Sapevo che saremo finiti su questioni di cuore…  Ma ti rispondo subito con i nomi dei miei bimbi pelosi…Dunque, la prima è Mademoiselle Coco Chanel, (4 anni, chiamata Budda aria di vento e Princesa), il secondo è  Monsieur Hermes (3 anni, Budda dolcezza infinita e droghi droghi), poi Madame Miu Miu (2 anni detta la puta negra e Budda ribelle) e suo fratello Monsieur Dior, (2 anni, El gitano, Budda sentieri del bosco, orsetto…).

D: (rido perchè durante l’intervista, Saba chiama con i soprannomi i suoi cani). Perchè hai scelto questi soprannomi? In effetti droghi droghi…

R: Spesso quando li chiamo così rido da sola. .. Coco è una piccola snob, non ama appoggiare le zampine per terra, detta Budda aria di vento per le sue puzzette, direi puzze gigantesche! Non capisco come sia possibile che da una ‘topina’ la chiamo anche così, possa uscire così tanto odore… Hermes ha la faccia da ‘fatto’ ed è di una dolcezza infinita. Si butta sempre a pancia in sù per le coccole. Miu Miu ha un temperamento forte, è testarda ed è selvaggia, Dior, ama i boschi, gli piace la solitudine, sta sempre fuori in giardino e appena comincio a recitare Daimoku e Gongyo, (buddismo), arriva. Tutti e 4 hanno i nomi da Budda e ognuno di loro, ha una parte del mio carattere. E’ meraviglioso! Mi rispecchio perfettamente in loro. Te l’ho detto sono un’animale!

calend2

D: E’ davvero tutto divertente e reale (Coco ha fatto una puzza devastante, ve lo posso confermare), ma  voglio, anzi, vogliamo sapere la tua situazione sentimentale! Ora non scappi!

R: Intanto chiedo scusa da parte di Budda aria di vento… pensa di notte nel letto… perchè loro dormono con me, ovviamente dopo pulizia completa, oramai lo sanno e si mettono in fila per essere igienizzati!!! Comunque, ti rispondo subito così mi tolgo il pensiero!

D: Addirittura!  Hai davvero un’amore viscerale per gli animale, ti fa onore! Ma adesso raccontaci la tua vita sentimentale…è così traumatico parlare di uomini?

R: So di tanta curiosità di chi vuole conoscere la mia situazione sentimentale e di chi non si capacita del perché sono single! In breve, sono una single convinta da 5 anni! Ho passato la mia ‘giovinezza’ sempre fidanzata, adesso devo ossigenarmi! Non sono più innamorata da parecchi anni e avendo sofferto per amore ho deciso di non condividere il mio tempo con nessuno. Inoltre ho gusti ben determinati. A me piace l’uomo- uomo! Non questi super depilati, anoressici, super sportivi e anche un pò fighette! Si prendono troppo sul serio, troppo attenti al filino di grasso. Adoro la barba, gli uomini alti e possenti, con spalle coraggiose anche se con qualche chiletto in più… Scarto a priori quelli troppo magri, anche una donna vuole la sostanza e non un mucchietto di ossa. Sono una  donna dal carattere forte, determinato,  poco gestibile e impegnativa. ( me lo dicono tutti). Dal 2003, non ho più conosciuto un uomo che mi ha fatto battere il cuore, sentire le farfalle nello stomaco e perdere la testa. Poi sai cosa ti dico? Più sto sola e meno desidero qualcuno per i piedi…!  Non ho mai voluto avere una famiglia, sono sempre stata una selvaggia e mi annoio a stare nello stesso posto, fare le stesse cose e piantare delle radici, insomma, avere una vita pianificata. Sai quante donne conosco che si sposano e fanno figli solo perché è la società ad imporlo? Altrimenti passi per una sfigata o che non ti vuole nessuno. Ma a parte questo, non mi stimola nessuno, diciamo che vivere anche in solitudine non ho occasione di conoscere qualcuno. Al momento, questa è la mia vita. 

img_20160722_154838

D: Uhm, direi che ti sei spiegata bene e hai le idee chiare, ma avrai dei corteggiatori? Non ti manca andare a cena in un bel locale, avere attenzioni…???

R: No! Non mi manca.  Semplicemente non avendo nessuno che mi interessi, non sento la necessità. Ti ho detto che sono un animale selvatico!!! E di corteggiatori ne ho diversi, ma dopo i miei innumerevoli rifiuti, continuano a provarci, così, o cambio numero di telefono, cancello e blocco, o mi tolgo e rimetto nei socials… Sono concentrata sulla mia vita, sul mio percorso personale, di crescita interiore, un rapporto sentimentale può cambiare molto se stessi, e non voglio avere il mio tempo gestito da messaggi e telefonate. Conosco molto bene me stessa, e non sono una donna da coppia. Amo i miei spazi e la mia libertà. Sono felice così.

D: Per molti sarà dura da digerire!!! Ma concordo su una cosa: bisogna conoscersi ed essere felici. Non tutti condivideranno queste tue affermazioni, ma è la tua vita. Sei sicuramente una donna fuori dagli schemi! Non sei per niente banale e noiosa! Complimenti!

R: Ti adoro! Tu si che sei un uomo!!! Davvero, sono diversa dallo standard che tutti vogliono o cercano, ma posso garantirti che questa nuova me, piace molto di più di come ero prima! Poi,  se dovessi eventualmente ‘decidere e scegliere’ un uomo,  si prenderebbe il pacchetto completo! Cani ma soprattutto me! E gestire 5 teste è cosa da super eroi!!!!

D: Grazie per il ‘ti adoro’! Mi piace la tua frase ‘decidere e scegliere’… Hai la possibilità di farlo, in fondo, ogni donna decide con chi passare il suo tempo! Io sono stato davvero felice di averti incontrata dopo diversi anni, so che hai ancora molto da raccontare, ma spero in un’altra occasione! (Almeno ho la scusa di rivederla…). E ti ringrazio per la tua sincerità e schiettezza, spesso una persona finge o racconta cose non vere per impressionare o perché deve essere così, tu sei davvero genuina! Grazie Saba.

R: Grazie a te, è stata una bella chiacchierata! E ci vedremo presto con altre news!

Realizzato il 02/11/2016

C.L.

 

 

 

gente: GOSSIP E STAMPA

Pubblicato il

Estepona 2015, ultimo anno.

2015-10-22-19-50-50
tramonto di fuoco, da casa.

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail