Diario,  Tour on the road

Addio al mio camper ROGER.

Questo è un video dove racconto molte cose, l’ho rifatto più volte, perché ogni volta mi si spezzava la voce e mi scendevano le lacrime.
Oggi ho perso tutto, e la rabbia che provo, la sofferenza, il sogno, non si possono descrivere.
So che è lungo, ma vi chiedo di prendervi del tempo, per capire cosa è successo in questi lunghissimi mesi, quando facevo finta di niente, lottavo contro tutto e tutti per i miei diritti, che oggi mi sono stati tolti.
Io, ci metto la faccia, perché racconto la mia storia, quello che è realmente successo e non me lo posso rimangiare, perché è vero.

Oggi ho guidato Roger per l’ultima volta.
Era il mio ‘compagno’ in questa avventura in giro per il mondo, un sogno realizzato dopo 3 anni di attesa, studio, ricerca, dedizione, infranto come l’onda si schianta su uno scoglio.
Per tanto tempo ho fantasticato sui luoghi da visitare e rivedere, emozioni da custodire dentro il mio cuore e portare nelle vite di tutti.

Momenti, che ho visualizzato nella mia mente quando studiavo l’itinerario, cercavo un posto da vedere assolutamente, assaporare la meraviglia che è intorno a noi, e goderne ogni beneficio.

Dormire nella foresta, sulle sponde di un lago, addormentarmi con il rumore del silenzio della natura e della sua straordinaria oscurità, nel buio penetrante che ti fa sobbalzare il cuore, quando sei con il naso all’insù, schiacciata da milioni di stelle.

Camminare nelle strade urbane europee, immersa nell’arte, nella cultura, nei suoi tesori nascosti e nelle sue tradizioni.
Con il desiderio di andare in Olanda a vedere le distese si tulipani ed i suoi mulini a vento, i fiordi norvegesi e i suoi troll nelle foreste. Il mare invernale dell’Algarve ed il profumo dei croissant francesi.

Rivisitare posti già conosciuti, ma tornarci per sentirmi un pò a casa, perché sono una cittadina del mondo, e forse in questo gesto, avrei trovato un pò di calore in momenti belli da ricordare.

Ho immaginato per troppo tempo di vivere tutto questo, vissuto in modo così viscerale, perché è la mia vita. Adoro il cambiamento, conoscere cose e persone sempre nuove.
Mi rigenera, mi fa stare bene.

Per qualche settimana, è stato così, solo io so la felicità che ho provato. Quel senso di leggerezza e libertà, nonostante in tanti mi dicevano: io non potrei mai.
Certo, un grosso impegno affrontare tutto questo da sola, ma non per me. Perché quando fai ciò che ti piace, quando stai respirando ossigeno, ti senti viva.

Ma oggi, mi è stato strappata via la mia vera essenza, come se mi avessero tagliato le ali.
Spegnere un sogno, una speranza, i sacrifici fatti, oltre che la casa e un posto in cui vivere, il lavoro, la dignità, il rispetto, e mettere il mio cuore sanguinante tra le mani di qualcun altro, gettarlo a terra nel fango, è stato troppo doloroso.

Questi sono i danni riscontrati oggi con la revisione, oltre al fatto che c’è la turbina che mai ha funzionato e i 4 iniettori della pompa ad iniezione e l’alternatore!
Ma pons pensa ancora di non assumersi le sue responsabilità? Ha intenzione di risarcirmi o ancora no? Il camper è da demolire!!! Non si lucra sulla pelle delle persone!!! Ma questi sono i veicoli garantiti che tanto pubblicizza???
Mi hai rovinata Federico pons !!! Da oggi ti faccio mandare tutte le fatture degli hotel dato che non avendo un lavoro non osso prendermi un appartamento, perché questa era casa mia! Scusate ma sto malissimo e ancora non riesco a raccontarvi bene la situazione.

Nessuna descrizione della foto disponibile.

Oggi Roger compie 27 anni ed oggi, per festeggiare, l’ho perduto.
II danni sono migliaia di euro, e superano il valore del mezzo, la revisione è stata respinta, e per la terza volta mi è stato detto che è da demolire.
Il signor @PonsGenova mi ha messo letteralmente in mezzo ad una strada. Ho atteso 5 mesi per poter ripartire. Invece il tour di marketing territoriale #GenovaunPontesulMondo promosso dall’associazione non profit Zandra che si occupa di volontariato, non potremo più portare avanti le mission, ed io, ho perso non solo il lavoro ma anche casa mia, la mia immagine, e la mia salute.

Pubblicherò un video con diversi dettagli, appena mi riprendo.grazie Federico pons quando guardandomi negli occhi, mi dicevi: fidati di me, a te ci tengo!
Ecco il risultato. Hai spezzato un sogno, un progetto.

Questo camper ha così tanti problemi, che non doveva essere venduto.
È stato confermato che come dal 23 marzo 2019, giorno della partenza del tour, il camper non ha mai avuto la turbina funzionante. Olio che perde da diverse parti, albero motore…. Tra poco pubblicherò l’esito della revisione.
Ho anche appena saputo dall’offucina, che la conformgest, non paga il totale di 2400 euro dei danni.
Addio Roger. Addio tour, addio casa mia.
SONO UFFICIALMENTE IN MEZZO ALLA STRADA!
DENUCIA DAI CARABINIERI PERCHÉ IO HO COMPRATO UN MEZZO PIENO DI VIZI OCCULTI.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: