Tour on the road

BASKA, IL POSTO PIÙ BELLO DI KRK

BASKA, UN GIOIELLO SUL MARE

Baska, surprise

Baska, è stata davvero una sorpresa, dopo una decina di km da Punat, percorro la strada 102, salendo a circa 300 metri, (con grande fatica di Roger), passando  tra le colline di Treskavac, circondati da greggi di pecore, una natura libera e selvaggia, e dalla montagna Obzovi - 570 metri, le cime più alte dell’isola. Il paesaggio è incantevole, ma purtroppo a volte, le cose più emozionante le vedi guidando, e non puoi fermarti a fare delle fotografie... Ti senti assorbito completamente dal paesaggio, immerso nel verde più totale. Scendendo, arriva il blu del mare. La sua baia di piccoli ciottoli bianchi è lunga circa 2 km, con il fondale è sassoso (nel caso i negozietti vendono le scarpe da mare...) ed è la spiaggia principale, chiamata Vela Plaza (Spiaggia Grande).

Baska si trova nell'estremità meridionale dell'isola di Krk (Veglia, in italiano), a circa 45 Km dal ponte di collegamento con l'isola.  Circondata dalle colline e dal monte Velebit, e da un magnifico mare dalle mille sfumature dal blu al turchese. Dal camping Adriatic, in pochi minuti arrivo nella passeggiata a mare, ma all'andata ho preferito percorrere quella interna,  dentro al suo cuore pulsante nella parte antica, tra le case addossate con i loro magnifici giardini e terrazzi fioriti, il suo dedalo di viuzze in pietra chiara, i localini e ristoranti, che formano il tipico ambiente mediterraneo. Uno scorcio è da fotografare, tutto sembra un bel dipinto di un grande pittore.

BESCANUOVA, il nome in italiano di Baska

TAVOLA DI BASKA

Nel 1851, il giovane prete di Baska, Petar Dorčić, fece una sorprendente e importante scoperta. Nel pavimento della chiesa pre-romanica dedicata a Santa Lucia, nel paese di Jurandvor, (vicino a Baška), scoprì una grande tavola di pietra, incisa con caratteri glagolitici. Il testo della tavola attirò grande interesse da parte degli studiosi dell’epoca.

IL SENTIERO DEL GLAGOLITICO

Baska è nota per uno dei più importanti monumenti glagolitici croati, la cosidetta Bašćanska ploča – il primo documento scritto croato inciso su pietra costruita verso l'anno 1100. L'Alfabeto Glagolitico è il più antico alfabeto slavo conosciuto. Venne creato intorno all'862, dal missionario Cirillo, per tradurre la Bibbia e altri testi sacri in antico slavo ecclesiastico. L'alfabeto è composto da due varianti: quella tonda e quella quadrata. La variante tonda è dominata da circoli e curve, e la variante quadrata ha come caratteristica una grande quantità di angoli retti e a volte trapezoidi. Esiste il Sentiero del glagolitico: composto da 34 sculture che rappresentano le lettere del glagolitico, e si estende dalla svolta di Treskavac fino alla vecchia riva del porto di Baska (Stara Riva).

sponsor device e internet

Le foto sono tutte realizzate con il Huawei Mate 20 lite. Grazie a #NonSoloSat www.nonsolosat.com

Baska beach camping Resort (ex Zablace)

Il giorno prima su internet, cercando un camping in zona, mi registro al sito Valamar, che comprende diverse strutture hotel e camping sull'isola, per poter usufruire di uno sconto, andando così a spendere quasi 14 euro, per la mia piazzola (confort), così prenoto per 2 giorni. Al mio arrivo in reception, mi innamoro di questo camping, dove è chiaro sin da subito, il livello alto. La ragazza mi dice che posso fare un giro e andare a scegliere il posto, siccome avevo fatto presente che sono in un tour on the road della durata di un anno, e che preferibilmente, vorrei un posto in pieno sole, lontano dai rumori (stavano facendo dei lavori), lontano da bambini, (che ripetutamente vengono a disturbarmi per via dei cani) e perchè dovevo scrivere il mio blog. Faccio un bel giro, e scelgo il posto. Confermo che sono da sola, ma con 4 chihuahuas... Mi dice che sono 4 euro a cane, ossia 16 euro al giorno! Ho fatto presente che sino ad oggi, tutti i camping, essendo in bassa stagione e capendo l'importanza e la spesa di un tour (quindi non la vacanza da una settimana), di solito o non mi fanno pagare, o chiedono il costo di un solo cane... Mi risponde che questa è la loro politica aziendale. Non discuto, ci mancherebbe altro, ma chiaramente, ho disdetto per il giorno successivo. Vado, parcheggio Roger, tiro fuori il tendalino per poter lasciare i piccini all'ombra fuori nel prato, sistemo la mia sedia e tavolo per lavorare al pc, e... inizia un viavai di uomini, operai, giardinieri, che vengono proprio li da me, a tagliare l'erba! Qualcuno fa pure il fenomeno, cosa che assolutamente non sopporto quando si mettono in mostra, e tutto quel fracasso, ha spaventato i cani che li ho dovuti chiudere nel camper, io mi sono rintanata dentro a mangiare, il wifi non funzionava, e il mio timpano destro, ha preso a fischiare. (ho un problema all'udito, infatti non ascolto musica, non vado in posti affollati e certi rumori o urla, mi causano un mal di testa tremendo). Detto ciò, infastidita, esco e chiedo a che ora finisce quel caos... Mi viene risposto 5 minuti. Rientro, aspetto. Finalmente silenzio, anche se il ronzio fastidioso all'orecchio è in corso, decido di non rovinarmi la giornata. Porto fuori pc, cartine, etc, e tac! Di nuovo! Vi posso dire che il camping è enorme, ci sono quasi un migliaio di posti, ma proprio li dovevano venire? Chiudo di nuovo i cani che tremavano dalla paura, vado in reception e mi lamento. Insomma, io capisco che devono mantenere la struttura in ordine, ma se chiedo un posto al silenzio, avrò le mie giuste motivazioni, non solo di salute, ma anche perchè facendo un tour sono stanca, devo scrivere, ho molto da fare, e comunque pago, e già che spendo 16 euro per i cani, pretendo che stiano all'aria aperta, e non chiusi in un camper! La direttrice chiama i giardinieri, il quale dicono che avrebbero terminato. Ritorno. Nulla da fare. Sono davvero dispiaciuta, perchè è un campeggio straordinario, che avrebbe potuto regalarmi relax, un piacevole soggiorno, invece, mi ha solo causato problemi e un costo di 30 euro e passa... A parte questa brutta e rumorosa esperienza, il camping Adriatico, è circondato dai monti, è suddiviso in diverse zone, tra mobilhome di alto livello, piazzole su erba, ghiaia o attraversando una recinzione, (quelli vip), sul mare. I bagni molto belli e puliti, non mi è piaciuto solo il fatto che la struttura fosse unica tra uomo e donna, (separati all'interno da una parte donne e dall'altra uomini), ma che comunque, qualche solito simpaticone odioso, è venuto a disturbarmi mentre ero in accappatoio... Quindi apprezzo la distinzione come di solito ho trovato nei campeggi. Purtroppo non ho usufruito nemmeno della piscina e di tante altre cose, perchè il tempo è sfumato per stare dietro a queste cose, e ovviamente, andare a fare una escursione e passeggiata nella fantastica cittadina di Baska.

UN SUPER MICIO APPICCICOSO

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: