Home Food MELANZANE GRIGLIATE SOTT’OLIO

MELANZANE GRIGLIATE SOTT’OLIO

by Saba Wesser

L’estate sta finendo… e un anno se ne va… Era il 1985, I Righeira chiudevano così l’estate, ed oggi, riprendo questo successo italiano, per riproporre la mia versione delle melanzane grigliate sott’olio. Una conserva che va preparata proprio in questo periodo, e se avete la fortuna di avere un orto come me, raccolte dalla pianta e direttamente preparate!

Nel web esistono tante versioni, c’è chi usa l’olio di girasole, anziché l’olio EVO, (io utilizzo solo quest’olio), e con diverse varianti, c’è chi usa solo una o due erbe aromatiche, ma anche in questo caso, avendole tutte a mia disposizione, oltre ad aver provato negli anni diverse varianti di questa conserva, preferisco utilizzarle un po’ tutte, in quanto conferiscono un sapore davvero unico.

Una ricetta gustosa e saporita, comoda in quelle giornate autunnali ed invernali, quando non hai voglia di cucinare, o quando hai ospiti a sorpresa, ed ecco, che con un po’ di pane tostato, presenti a tavola un ottimo aperitivo, soprattutto sano! Possono essere un ottimo contorno per i secondi piatti, o anche come condimento per un primo piatto.

Ricordate il mio tour in the road in camper? Ebbene, prima di partire, avevo preparato una bella scorta di verdure grigliate sott’olio, in questo modo, ho sempre avuto a disposizione ortaggi freschi e sani. Molte delle mie ricette in viaggio, erano primi piatti e i miei amati wrap vegetariani, quindi, vi posso assicurare, che di conserve, non s ene ha mai abbastanza!

Come vedete, nonostante la lunga preparazione, che poi è più la parte della sterilizzazione dei vasetti, potrete godere di un vero sapore autentico tutto l’anno!

Ma come si preparano?

Prima di tutto, ho messo dei vasetti a sterilizzare in una pentola d’acqua, che ho fatto bollire per un’ora (con i coperchi che aggiungo verso gli ultimi 20 minuti).

Ho raccolto le melanzane, e già… dall’orto, belle fresche e sode! Le ho lavate, tagliate a fette e messe a grigliare. Alcune ricette dicono di salarle, ma cerco di ridurre il sale un po’ ovunque, e tagliando la melanzane a circa 3-4 mm, si cuociono bene e non rimangono molle.

Una volta cotte da ambo le parti, le ho adagiate su un piatto, continuando con la cottura delle altre fette. (per due vasetti medi ho usato 3 melanzane).

Ho asciugato bene le erbe aromatiche appena raccolte e lavate: qualche foglia di salvia, menta, maggiorana, basilico, timo, ed ho usato dell’origano che avevo già seccato due mesi fa, con del peperoncino (secco) e aglio.

Una volta asciugati bene i vasetti con della carta da cucina, ho iniziato a distribuire le fette di melanzana, alternandola con l’aglio tagliato a fette, il peperoncino (alcuni interi, mentre 2-3 li ho aperti a metà), poi con il resto delle erbe aromatiche.

Alla fine ho coperto con olio EVO, e sempre con la pinza di plastica, ho fatto un po’ di pressione per fare uscire l’aria e compattare bene l’ortaggio. Ho sistemato il retino pressante di plastica, ho messo il coperchio appoggiato (per non fare andare polvere o altro) e lasciato riposare per una ventina di minuti. Infine ho chiuso bene, e messo a sterilizzare ancora una volta.

Nella pentola ho sistemato i vasetti ben chiusi (per non farli toccare tra loro avvolgete dei canovacci), coprendoli di acqua sino a circa 5 cm sopra, e portato ad ebollizione per un’ora. In questo modo si crea il sottovuoto.

Segui e metti mi piace sulla mia pagina facebook!

You may also like

Rispondi

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: