Tour on the road

ROVIGNO, una delle città più pittoresche del Mediterraneo

DIARIO DI BORDO – GIORNO 22 DI VIAGGIO

MORNING TRAVELLERS!

Oggi è sabato mattina, e dopo aver affrontato circa un’ora di coda al confine di stato tra la Slovenia e la Croazia, finalmente ci dirigiamo a riscoprire, questa magnifica terra. Più volte sono stata in Croazia, ma a Rovigno è la prima volta! Percorriamo la strada statale (sapete che non facciamo autostrade, in modo da poter godere al meglio i panorami mozzafiato, poter sceglier di fermarci in qualche paese lungo il tragitto), durante il percorso ho visto diverse persone raccogliere gli asparagi selvatici! Alcune donne, pazientemente sedute su una panchina o a bordo strada, sotto una bella giornata di sole caldo primaverile, cercava di vendere qualche mazzetto. Rovigno (in Croato Rovinj) in Istria è una delle città più belle della Croazia. Ricca di fascino, di storia, ti sa conquistare il cuore da subito. Circondata da verdi colline ricoperte di boschi, da hotel di lusso costruiti in modo da non deturpare il paesaggio, e il suo arcipelago con 13 isole. Le più famose sono l’Isola Rossa, Sveta Katarina, Sveti Andrija.

Rovinj è la meta turistica più visitata della Croazia. Si trova a soli 95 km da Trieste ed è stato registrato un record di 3 milioni di pernottamenti durante la stagione estiva. I turisti, oltre alle proprie bellezze naturali, come il Parco naturale di Punta corrente, può godere  di numerose possibilità di svago: escursioni, arte e cultura, visitare il bellissimo centro storico, fare immersioni, arrampicate su roccia.Non è strano camminare lungo le strade e sentire parlare italiano, infatti si è stabilita una consistente comunità nella città.

IL CENTRO STORICO

Rovigno era un'isola situata vicino alla costa che nel 1763 venne unita alla terraferma. Il centro storico, fu circondato dalle mura erette da Venezia a protezione contro i pirati nel XII secolo,  e da 3 porte d'entrata nella città vecchia.Prendo una delle porte d'entrata alla città vecchia, tra viuzze lastricate, caratterizzate dalla presenza di balconi, finestre, piazze, che vanno dallo stile rinascimentale al neoclassico, passando per il barocco, deliziosi negozi e gallerie d'arte. Vicino alla porta è situato il palazzo municipale del XVII secolo, l'arco barocco di Balbij del 1679 e la torre con l'orologio.

La Cattedrale di S. EUFEMIA

La città è situata su una collina dominata dal campanile della Chiesa di S.Eufemia (Fume), il più grande edificio barocco dell'Istria, costruita nel 1736; la facciata invece risale al 1883, mentre il campanile è alto 60 metri, ostruito tra il 1564 ed il 1680, in cui in cima, è posta la statua della Santa.All'interno della chiesa dietro all'altare, riposano le reliquie di Santa Eufemia in un  sarcofago di pietra tardo-cristiano del VI secolo.

CHI ERA EUFEMIA?

Eufemia nacque attorno al 290, diventò cristiana e fu crudelmente torturata per volere dell'imperatore Diocleziano prima di essere gettata in pasto ai leoni nel 304.Le sue spoglie furono poi portate a Costantinopoli, dove rimasero sino all'800, ma secondo la leggenda, scomparvero in una notte buia e tempestosa per ricomparire a bordo di una barca spettrale al largo della costa di Rovinj. Alcuni abitanti della città, tentarono inutilmente di spostare il pesante sarcofago, ma nessuno  fu in grado di smuoverlo, soltanto un ragazzino (anch'egli con un'aria spettrale) grazie al contributo dei suoi due buoi, riuscì a portarlo in cima alla collina e posto nella piccola chiesa di San Giorgio, che precedette l'attuale cattedrale, in modo che la Santa poteva vegliare  sulla città e sul mare.

COSA VISITARE A ROVEGNO

Il palazzo del teatro cittadino, (Piazza Valdibora)

Il Museo Regionale (Trg Marsala)

La Piazza sulla pozzanghera – Trg na lokvi

Il Monastero francescano in stile barocco  del XVIII secolo con la sua preziosa biblioteca

La chiesa Sv. Franje del 1810

Piazza Valdibora è un piccolo mercato, cittadino, con diversi chioschetti con alimenti, come olio, tartufi, funghi, souvenir e altri oggetti per i turisti.

UN CAFFÈ AMMIRANDO IL MARE

Prendere un caffè o un bicchiere di vino all'ora dell'aperitivo con una bella vista sul porto, o come me, risolvere il problema del passeggino rotto in precedenza, mentre cercavo di salire verso la cattedrale con i cani... Al mattino sono molti i turisti che si fermano a fare colazione, o alla sera, a cenare con le luci della città che si specchiano sul mare.

UNA PASSEGGIATA VERSO IL PARCO NATURALE DI PUNTA CORRENTE

Lascio i piccini su Roger, e mi incammino verso il Parco Naturale di Punta Corrente ( Zlatni Rt),  che si trova nella parte meridionale della città, attraversando alcuni stabilimenti balneari, bar, hotel, dove è possibile ammirare una straordinaria  vegetazione mediterranea.

LA MARINA E LA COSTA

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: