Austria,  Tour on the road

VIENNA, ora e per sempre

Da sempre ho voluto visitare Vienna, e si sa, nell’immaginario collettivo, si pensa alla Vienna natalizia, a camminare mano nella mano per le sue vie e i suoi edifici storici in stile barocco e rococò, ed invece, eccomi qua accompagnata dai miei 4 dogs-travellers, fedeli come sempre, anzi, nemmeno poi tanto, dato che li ho lasciati in campeggio, ed ho preso la metropolitana… Già, perchè oggi è  una giornata di gran sole, toccando i 38 gradi, che per me non è assolutamente un problema, ma loro piccini, avrebbero patito e non poco andare su e giù per la città! Anche a Vienna mi sono appoggiata al camping del gruppo PREMIUM – AREA DI SOSTA- REISEMOBIL STELLPLATZ, sito camping Vienna come a Graz, sempre ubicato in periferia, ma comodo per il servizio metropolitano. 

Uscendo dal camping, girando sulla sinistra, dopo pochi metri si arriva alla fermata della metropolitana della linea U6 Perfektastrasse. Prendere in direzione Florisdorf, contando 9 fermate si scende presso Westbahnhof. Qui si prende la linea U3 e dopo 5 fermate, si arriva a Stephnanplatz, dove è situato il Duomo di Santo Stefano. Da qui, ho cominciato il mio tour esplorativo.

Occhiali by Zuckermann

Il Duomo di Santo Stefano

Il tetto è stato rivestito da tegole colorate formando lo stemma dell’aquila bicefala dell’impero asburgico e gli stemmi della città di Vienna e dell’Austria.

All’interno si possono visitare diverse opere d’arte, nella navata centrale si trova il pulpito, un’opera del 500, la più rappresentativa della cattedrale, mentre sull’altare è disposto il “Wiener Neustadt”, un trittico del 1447, e presso la cappella Trina, vi è il monumento sepolcrale del principe Eugenio di Savoia e  la tomba dell’imperatore Federico III.

E’ possibile visitare le catacombe, dove risiedono numerosi sepolcri, tra cui 15 imperatori Asburgo, come quello del duca Rodolfo IV d’Asburgo, detto il “Fondatore”, fu lui che nel 1359 pose la prima pietra per la costruzione della cattedrale.

Il Duomo di Santo Stefano è la più importante costruzione in stile romanico e gotico in Austria, situato nella Stephansplatz, risalente al XII secolo, e non sorprende che questo edificio sia il simbolo di Vienna. Imponente nelle sue misure:  lungo 107,2 metri e largo 34,2 metri. La facciata è arricchita dalle due torri dei Pagani (66 metri), e si può raggiungere la sommità del campanile “Nordturm”, che conduce alla più grande campana del paese, la “Pummerin”, ma bisogna affrontare una scala di 343 gradini… Dopo tanto sforzo, vi attende una vista sconfinata su tutta Vienna.

I giardini STADTPARK

Monumento dorato a Johann Strauss

Kursalon

Il fiume Wies

Passeggiando per la città e cercando un pò di fresco, sono giunta presso ai giardini dello Stadtpark, dove mi sono dovuta mettere in coda, per poter fotografare per voi, il monumento dorato in onore di Johann Strauss. Vi assicuro che è stata un’impresa! Sulla sinistra vi è il Kursalon, inaugurato nel 1867, edificio in cui un tempo, venivano eseguiti trattamenti idroterapeutici,  ma dall’anno successivo, la musica è cambiata… arrivando ai giorni nostri, dove vengono eseguiti  importanti concerti.

Venne inaugurato nel 1862 come primo parco pubblico della città, realizzato in stile inglese, con una estensione di 65.000 mq. Attraversato dal fiume Wien,  che  divide il parco in due parti, unite fra di loro da piccoli ponti. All’interno vi sono numerosi  monumenti e diverse sculture.

Entrata dei giardini

Passeggiando sulla Ringstrasse

è formata dalla parola ring (anello) e strasse (strade), che va a formare un insieme di vie, dove  sono collocati le maggiori attrazioni e punti turistici importanti della città. Fanno parte: Karntner Ring, Stubenring, Parkring, Schubertring, Opernring, Burgring, Dr. Karl-Renner-Ring, Dr. Karl-Lueger-Ring e Schottenring.

Hofburg, il Palazzo imperiale

Palazzo imperiale di Hofburg

Cortile centrale del Palazzo Imperiale

Raggiungo Il Palazzo  imperiale Hofburg, che in realtà sono un insieme di residenze, edifici e palazzi, che per oltre seicento anni, furono la residenza degli Asburgo, del Sacro Romano Impero, e dell’Impero austro-ungarico. All’interno si trovano gli appartamenti imperiali, Schatzkammer,  dove sono custoditi i Tesori Imperiali, ed il chiodo che trafisse la mano di Cristo,  il museo di Sisi (in Austria dicono Sisi, non Sissi), la Biblioteca Nazionale Austriaca, (Hofbibliothek), il Silberkammer (Museo delle argenterie di Corte), la Cappella Imperiale (Burgkapelle), la Globenmuseum (Museo dei mappamondi), il Naturhistorisches Museum (Museo di storia naturale), il Kunsthistorisches Museum, (Museo di Storia dell’Arte),   il centro congressi, la Scuola di cavalleria spagnola (cavalli lipizziani) e le stalle imperiali.

Costruito a partire dal XIII secolo, il complesso della Hofbur, oggi è la residenza e luogo di lavoro del presidente dell’Austria.

Opera di Vienna

Pranzo veloce nella piazza presso l'Hofburg.

I maggiori compositori tra il XVIII e XIX secolo che vissero a Vienna

Dal 1784 al 1787, in un appartamento situato nella Domgasse, visse il compositore Mozart, e dove compose l’opera “Le nozze di Figaro”, mentre morì nel 1791 in un altro edificio nella Rauthensteingasse.

 

Niccolò Paganini, Gioachino Rossini, Franz Schubert, la famiglia Strauss, Amadeus Mozart, Antonio Vivaldi, Ludwig van Beethoven, Johannes Brahms, per citarne alcuni.

Statua di Beethoven

PETERSKIRCHE - chiesa di San Pietro

PESTSAULE - Colonna della peste

HOCHSTRAHLBRUNNER - Piazza con fontana

Statua in piazza Michaeleplatz

Ho camminato per ore in questa splendida città, non ho potuto visitare i tantissimi musei per il mio poco tempo a disposizione, ma o concluso il mio bellissimo tour, presso la Reggia di Schonbrunn…  (adesso scrivo l’articolo). Vi aspetto sulla mia pagina facebook @thexplorerworld, dove ogni giorno pubblico foto, video, aggiornamenti! A presto!

Tutte le immagini e i video, come la connessione dati, sono resi possibili grazie al centro Tim, #NonSoloSat di Genova Quinto.

Due itinerari a piedi per visitare le maggiori attrazioni di Vienna.

Itinerario a piedi N°1

Partire dall’Opera di Stato e proseguire lungo la via Kartner Strasse fino a raggiungere il gotico Duomo di Santo Stefano, il simbolo di Vienna. Da non perdere il centro Mozarthaus Vienna. Passeggiare per le vie Graben e Kohlmarkt raggiungendo la Hofburg, il complesso dei Palazzi imperiali. Proseguire poi lungo l’imperiale piazza Heldenplatz, da cui sorge il Parlamento ed il Municipio. Dopo aver attraversato il portale Burgtor, giungere al Kunshistorisches Museum e al MuseumsQuartier, dove si trovano il Leopold Museum, la Kunsthalle Wien, mumok – museo dell’arte moderna e molti altri centri culturali. Scendendo lungo la via Getreidemarkt si arriva alla Secessione, il palazzo con la cupola ricoperta di foglie dorate. Prendere il sottopassaggio del Karlsplatz (snodo della metropolitana) e recarsi al palazzo del Kunstlerhaus, passando davanti all’edificio del Musikverein, la sede dell’Orchestra Filarmonica di Vienna. Di fronte si torva la barocca Chiesa di San Carlo con la sua vistosa cupola. Ora imboccare la Lothringerstrasse, passare davanti all’edificio del Konzerthaus, arrivando ai giardini dello Stadtpark con il Kursalon e il monumento dorato a Johann Strauss. Attraversare il Ring e giungere fino alla via Seilerstrasse dove si trova la Casa della Musica. Infine, tornare verso la via Kartner Strasse e passando davanti all’ufficio del turismo si giunge all’Albertina.

Itinerario a piedi N°2

Partire dai giardini Burggarten e passare davanti alla Hofburg, il complesso dei Palazzi imperiali, fino a giungere all’imperiale piazza Heldenplatz. Di fronte ai giardini Volksgarten, gli ammiratori di Sisi, potranno visitare la statua in stile liberty dedicata all’imperatrice, qui si trova il Parlamento davanti al quale troneggia la fontana della Pallade Atena. Molto rilassante è passeggiare nel fresco Rathauspark con le sue fontane, statue e alberi esotici. Di fronte al Municipio si trova il teatro Burgtheather, uno dei maggiori teatri di prosa nell’area germanofona. Una volta arrivati qui, visitare la Chiesa dei Minoriti, dove è appesa una imponente copia in mosaico del capolavoro di Leonardo Da Vinci “L’Ultima cena” commissionata da Napoleone. Passando per la piazza Freyung, dove un tempo si esibivano i giocolieri e gli imbonitori vendevano le loro merce, da qui si arriva alla piazza Am Hof, una delle più significative piazze del centro storico di Vienna. Negli anni Sessanta, durante gli scavi avviati per costruire un garage sotterraneo, furono ritrovati i resti di un insediamento romano. La costruzione più interessante in piazza Am Hof è la chiesa Zu den neun Choren der Engel, gotica con una facciata barocca. Proseguendo per piazza Judenplatz, che ha la funzione di un luogo di rimembranza (memoriale, resti della sinagoga medioevale, Museo dell’Ebraismo medioevale), e la piazza Hoher Markt con il noto orologio “Ankeruhr” (sfilata dei personaggi alle ore 12), raggiungere l’area intorno alla chiesa Ruprechtskirche, che porta il promettente nome di “Triangolo delle Bermuda”, perchè è facile intrattenersi tutta la notte nei suoi locali e ristoranti.

Attrazioni vicino a Vienna

  • Reggia di Schonbrunn: residenza estiva degli Asburgo
  • Palazzo del Belvedere: complesso barocco con giardini del Principe Eugenio, museo che espone opere d’arte del Medioevo fino all’epoca attuale con la più vasta collezione di opere di Gustav Klimt (“Il Bacio”).
  • Hundertwasser Haus. eccentrico edificio residenziale con museo annesso che ospita rassegne contemporanee.
  • Prater/Ruota panoramica: oasi verde e parco dei divertimenti con offerta gastronomica.
  • Kahlenberg/Leopoldsberg: le colline dei viennesi, in parte ricoperte di vigneti e da cui si può godere di una bellissima vista sulla città.
  • Heuriger viennesi: tradizionali taverne dove si servono vino e specialità locali, la maggior parte si trovano nei sobborghi di Neustift,Heilegenstadt, Sievering, Grinzing, Nussdorf.

Le vie dello shopping...

Le maggiori vie commerciali nel centro storico di Vienna sono le vie Karntner Strasse, Graben e Kohlmarkt, nonchè il “Goldenes Quartier” – Il Quartiere dorato – in via Tuchlauben. Qui si trovano le esclusive boutique dei marchi di moda e delle gioiellerie internazionali, ma  anche molte aziende storiche viennesi. La via più importante al di fuori del centro storico è la Mariahilfer Strasse. Da notare che l’apertura delle attività commerciali seguono questi orari: lunedì- venerdì dalle 9 alle 18.30, il sabato dalle 9 alle 17.

Alcune delle magigori attrazioni della città

  • Albertina – Mostre straordinarie di arte internazionale, collezione aperta al pubblico ” Da Monet a Picasso”, La Collezione Batliner.
  • Accademia delle Belle Arti di Vienna
  • Orologio Ankerurh
  • Belvedere – 800 anni di storia dal Medioevo al 21° secolo con la più vasta collezione di Klimt (tra i quali il celebre “Bacio”)
  • Museo del papiro
  • Camera del Tesoro imperiale Vienna
  • Casa delle farfalle nella Serra delle Plame
  • Scuola di equitazione spagnola
  • Chiesa di San Carlo
  • Chiesa di Steinhof
  • Chiesa della Santissima Trinitù
  • Villa di Klimt
  • Museo del crimine
  • Burgtheater
  • Torre del Danubio
  • Time Travel Vienna
  • Museo del Terzo Uomo
  • Museo dell’Esperanto
  • Museo della Tortura
  • Gloriette
  • Museo di Sigmund Freud
  • Burggarten
  • Palazzo imperiale
  • Museo dei Mappamondi
  • Casa della Musica
  •  Museo di Storia militare
  • Hermesvilla
  • Museo della storia austriaca
  • Biblioteca nazionale austriaca
  • Appartamenti imperiali
  • Museo delle argenterie di Corte
  • Museo di Sisi
  • Sepolcro di Mozart
  • Museo delle illusioni
  • Casa in cui morì Schubert
  • Mozarthaus
  • Osservatorio Kuffner
  • Palazzo di Città Liechtenstein
  • Museo di storia naturale
  • Affreschi di Neidhart
  • Planetario

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: